Calcio C, Cesena: nel calcio di Toscano si vince in difesa

La bellezza di 21 partite con la porta sigillata e appena 31 gol incassati in 38 giornate di campionato. Al netto del 3° posto nel Girone B, sono questi i due numeri migliori che il Cesena di William Viali ha lasciato in eredità al nuovo corso a stelle e strisce affidato a Mimmo Toscano (che il Cavalluccio annuncerà domani). Dopo un girone di andata ai limiti della perfezione e un ritorno con diversi saliscendi, chiuso nel modo peggiore contro il Monopoli tra i fischi assordanti del Manuzzi, la fase difensiva del Cavalluccio edizione 2021-2022 è stata la base per chiudere sul podio del Girone B alle spalle di Modena e Reggiana, ma soprattutto davanti a Virtus Entella e Pescara, che di gol ne hanno incassati molti di più pur avendo due organici migliori. I tantissimi clean-sheet e una difesa oggettivamente affidabile sarebbero due punti di partenza fondamentali anche nella prossima stagione, quando la missione del Cesena sarà sostanzialmente una: vincere o quantomeno migliorarsi rispetto alla passata stagione. E per vincere o eventualmente andare ai play-off da seconda bisognerà alzare di nuovo il muro in difesa. In che modo?

Difensori affidabili

Nell’analizzare la rosa dei difensori sotto contratto, Toscano non ha avuto alcun dubbio: il primo da confermare a tutti i costi è Andrea Ciofi, il giocatore con il miglior rendimento da tre stagioni in qua. Perfetto per la linea a tre, che ha già interpretato con Modesto, il difensore classe 1999 sarebbe il “braccetto” di destra ideale dopo due anni con Viali vissuti da protagonista e negli ingranaggi di due difese tutto sommato ermetiche. I 31 gol subiti nell’ultima regular season accomunano Ciofi e Mario Mercadante, cioè il primo acquisto della nuova stagione, che fungerà da “braccetto” di sinistra, il ruolo che per anni ha interpretato a Monopoli con la fascia da capitano al braccio. Seppur in 36 giornate (le due contro il Catania non valgono), Mercadante è stato uno dei leader di un’altra difesa che funzionava. Nella Ternana dei record di due anni fa (26 vittorie in 38 partite, 90 punti conquistati) svettava al centro del pacchetto arretrato Ivan Kontek, futuro leader della terza linea del Cavalluccio. Quanti gol presero le Fere? Più o meno gli stessi, 32.

Il muro di Toscano

Una linea difensiva con pochissimi spifferi e con pochissimi gol al passivo: questo è sempre stato uno dei mantra vincenti di Mimmo Toscano. Le squadre che il nuovo allenatore del Cesena ha portato in B (Ternana, Novara e Reggina) hanno sempre incassato poche reti e garantito solidità e affidabilità. Dieci anni fa, ad esempio, la sua Ternana chiuse con appena 19 gol subiti in 34 giornate (media 0.55 a partita). Nel 2014-2015 il Novara chiuse con 30 gol al passivo in 38 giornate (media 0.78), mentre nel 2019-2020 la sua Reggina venne fermata dal lockdown dopo 30 giornate con appena 19 gol al passivo (media 0.63). Dal prossimo mese Toscano proverà ad alzare il muro anche a Cesena.

Domani il Cesenaannuncerà l’ingaggiodi Mimmo Toscano

Dopo aver ricevuto qualche giorno fa il contratto ieri Mimmo Toscano lo ha rispedito via mail firmato al club bianconero. Il Cesena, anche se la presentazione avverrà a luglio, ufficializzerà nella mattinata di domani l’ingaggio di Toscano e di tutto il suo staff: come il tecnico, anche il vice allenatore Napoli, il preparatore atletico Nocera (già stato a Cesena con Drago) e il match analyst Alessandria firmeranno un contratto fino al 2024 con prolungamento al 2025 in caso di promozione in Serie B.

All’inizio della prossima settimana, poi, saranno annunciati gli ingaggi del difensore centrale Mario Mercadante e dell’esterno destro Alessandro Albertini, che hanno già firmato contratti biennali. Lunedì potrebbe essere anche il giorno giusto per l’arrivo in Romagna del difensore centrale croato Ivan Kontek: in programma infatti il summit tra il diesse bianconero Stefanelli e quello umbro Leone.

Per la porta, il nuovo preparatore Flavoni ha fatto tra gli altri i nomi di due suoi ex allievi a Perugia: Stefano Minelli (proprietà Frosinone) e Andrea Fulignati, che a Cesena è già stato. A centrocampo il sogno De Rose si allontana per la volontà del Palermo di trattenerlo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui