Calcio C, Cesena: la lista dei gol assurdi si è allungata

Dalla Fermana alla Fermana, senza dimenticare Carrarese, Torres, Pontedera e Fiorenzuola. Chi pensava di averle viste tutte nel girone di andata, al minuto numero 6 di Cesena-Fermana si è ricreduto e ha avuto un sussulto. La dinamica dell’assurdo gol di Manuel Fischnaller non può non far tornare alla mente una serie di gol rocamboleschi incassati dal Cavalluccio nella prima parte di questa stagione. Attento e sicuro tra la fine dell’andata e l’inizio del girone di ritorno, Andrea Tozzo a Sassari era stato graziato in occasione dell’uscita completamente sbagliata al 95’, ma contro la Fermana (dopo aver salvato sullo stesso Fischnaller) ha letteralmente regalato il gol del pareggio con un’incredibile papera innescata da un retropassaggio di Calderoni. Si è trattato del gol numero 15 incassato dal Cesena in 23 giornate, un numero certamente positivo, considerando che solo la capolista Reggiana (14) ha preso meno reti. Il vero problema non è quindi la quantità dei gol incassati, ma la modalità. Praticamente la metà delle reti subite è arrivata da un evidente errore del portiere o in modo rocambolesco. Ad esempio, sull’1-1 della Carrarese alla prima giornata è abbastanza evidente l’errore di posizione di Lewis sul tiro di Giannetti, dieci giorni dopo con la Torres è maldestra la “frittata” confezionata dallo stesso portiere e da Prestia, mentre a Fermo c’è sempre lo zampino di Tozzo nei due gol dei marchigiani. Si passa all’incredibile pareggio di Benedetti contro il Pontedera fino all’uscita sbagliata di Tozzo contro il Fiorenzuola, nell’unica partita nella quale non è stato decisivo l’errore. Considerando che altri due gol sono arrivati su rigore, sono appena 6 i gol “normali” incassati dal Cesena, un numero da promozione e che rispecchia i pochissimi tiri che il Cavalluccio concede abitualmente.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui