Calcio C, Cesena ha scoperto i bomber meno attesi

Scusate il ritardo. Al sesto tentativo il Cesena ce l’ha finalmente fatta a segnare più di un gol in 90 minuti. Non era mai capitato contro Carrarese, Rimini, Torres, Fermana e Pontedera, anche per colpa di alcuni sprechi ingiustificati sotto porta, ma per fortuna è successo nel giorno senza appello e dentro una partita nella quale il Cavalluccio ha paradossalmente costruito di meno e segnato di più. I due uomini-copertina dell’ultima domenica sono stati per acclamazione King Udoh e Stiven Shpendi, per la prima volta in campo insieme dalla palla al centro e a segno uno dopo l’altro nel giro di 7 minuti.

La strana coppia

L’ex centravanti dell’Olbia e il giovanissimo attaccante albanese non avevano mai ricevuto una maglia da titolare nella stessa partita e, prima di Cesena-Recanatese di domenica, avevano giocato insieme appena 22 minuti così suddivisi: 10 minuti contro la Carrarese, cioè dall’ingresso di Udoh all’uscita di Stiven nel secondo tempo e 12 minuti a Fermo nel disperato finale. A Rimini non aveva giocato Udoh, contro il Pontedera non era a disposizione Stiven, mentre contro la Torres il primo aveva sostituito il secondo nel cuore del Lato B. Alla 6ª partita, complice l’assenza di Corazza e le cattive condizioni di Ferrante, ancora non al meglio e partito precauzionalmente in panchina, Toscano ha scelto di affidarsi ai due attaccanti più giovani e alla fine ha avuto ragione. La freschezza di King e la fame del gemello hanno squarciato la morbida difesa della Recanatese e indirizzato la partita sul binario giusto, permettendo a entrambi di rimpolpare il bottino: Udoh è salito a quota 3, ai piedi del podio della classifica marcatori del Girone B, mentre Shpendi ha raddoppiato dopo il gol realizzato contro la Carrarese al debutto. Dopo sei giornate la premiata ditta Udoh-Shpendi ha realizzato 5 gol sui 6 totali della squadra, ovvero l’83 per cento delle reti del Cavalluccio, con l’acciaccato Simone Corazza a chiudere il cerchio con il tacco-dono da tre punti di Rimini.

Fame di gol

Dopo il primo mese, i due attaccanti più prolifici del Cesena hanno un percorso diverso ma numeri abbastanza simili. A Stiven Shpendi è stata data fiducia subito, dopo un’estate da titolare al centro dell’attacco: il gemello ha giocato 5 partite su 6, restando in campo 258 minuti, con ben tre presenze da titolare. Calcolatrice alla mano, Stiven Shpendi segna un gol ogni 129 minuti. Non sarà la stessa media stratosferica degli ultimi due anni in Primavera, dove segnava un gol ad ogni sospiro, ma è certamente la miglior notizia possibile dopo un’estate che lo aveva visto scalare le gerarchie, da aggregato da protagonista, con Toscano che non ha mai avuto paura di affidargli le chiavi dell’attacco. Anche Udoh ha giocato 5 partite, saltando solo il derby di Rimini, dove è rimasto per 90 minuti in panchina, ma in termini di fatturato ha superato Stiven: 3 gol partendo titolare due sole volte e totalizzando 238 minuti. Questo significa che l’ex attaccante dell’Olbia, sempre in gol nelle ultime tre gare disputate al Dino Manuzzi, al momento segna una rete ogni 79 minuti. Udoh è l’unica punta del girone B che tiene il passo di Claudio Santini e Alessandro Capello, che guidano la classifica marcatori (6 gol il giocatore del Rimini, 5 gol l’attaccante della Carrarese) e che viaggiano rispettivamente alla media di un gol ogni 75 e 73 minuti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui