Calcio C, Cesena: fideiussione depositata, ma la Primavera per ora è senza “casa”

Dopo aver consegnato la bozza giovedì e aver atteso che il Comune desse l’ok su tutta la linea, ieri il Cesena ha potuto depositare la fideiussione di 9 anni che gli permetterà di avere in gestione lo stadio Dino Manuzzi e Villa Silvia fino al 30 giugno 2031. Ora la palla torna quindi nel campo del Comune, che dovrà prima o dopo sostenere i lavori per rendere a norma il campo principale di Villa Silvia, su cui la Primavera non potrà più giocare gare di campionato. La deroga concessa un anno fa è scaduta e da settembre su quel sintetico si potranno giocare solo le gare organizzate dal Settore giovanile scolastico, quindi dall’Under 18 in giù. La Primavera resta per ora senza una “casa” e dovrà rifugiarsi o al Manuzzi o a Martorano. A proposito di Martorano, entro domani va depositata la fideiussione a garanzia dell’affitto annuale da 120mila euro. Difficile che questo avvenga, ma è scontato che si arriverà ad un accordo anche perché in mezzo c’è il 40 per cento che i soci fondatori vogliono cedere ad Aiello e Lewis. Essendo quella una trattativa più importante, si farà in modo che nessuno sostituisca le serrature del centro sportivo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui