Calcio C, Cesena: ecco le possibili rivali ai play-off

La prima sforbiciata è arrivata domenica e ha tagliato fuori 9 squadre, che hanno salutato la stagione uscendo di scena al primo turno della fase a gironi. La seconda e definitiva potatura arriverà domani sera, quando saranno eliminate altre sei squadre e si avrà l’elenco definitivo delle partecipanti alla fase nazionale dei play-off. con il sorteggio di giovedì mattina che definirà l’avversaria del Cesena agli ottavi di finale, in programma domenica 8 e giovedì 12 maggio (andata fuori casa, ritorno al Manuzzi). Ecco, appunto: l’avversaria. Delle 12 squadre ancora in corsa, ci sono 11 possibili sfidanti del Cesena in un vero e proprio giro d’Italia che parte da Trieste e arriva fino in Puglia, passando idealmente anche per la Sardegna.

Le squadre

Ad oggi gli uomini di Viali possono incrociare 11 squadre provenienti da 8 regioni diverse. L’unica certezza è che il Cavalluccio non sfiderà l’Avellino per un semplice motivo: la squadra campana, che entrerà in gioco domani in virtù del 4° posto ottenuto nel girone C, ha il miglior ranking tra le 12 qualificate al secondo turno dei play-off e quindi, dovesse superare il turno, sarà testa di serie agli ottavi in quanto “miglior qualificata” della fase a girone e finirà nella stessa urna del Cesena. In caso contrario, Lupi sconfitti e eliminati.

La regione più rappresentata è anche la più lontana, la Puglia, che ha portato al secondo turno tre squadre: il Foggia di Zeman, il Monopoli e la Virtus Francavilla. A quota due c’è il Piemonte, con Pro Vercelli e Juventus Under 23, mentre le altre potenziali avversarie arrivano da Friuli Venezia Giulia (Triestina), Lombardia (Pro Patria), Liguria (Virtus Entella), Sardegna (Olbia), Abruzzo (Pescara) e Umbria (Gubbio). Non serve essere preparati in geografia per rendersi conto che, Gubbio a parte (ma domani deve vincere a Pescara), al Cesena toccherà una trasferta lunga e uno stadio ad almeno tre ore abbondanti di auto.

Gli ostacoli

Le carte nel mazzo sono ancora tantissime, ma rispetto alla scorsa settimana il cerchio si è già ristretto dopo un primo turno nel quale solo due squadre sono riuscite a vincere in trasferta e a ribaltare il pronostico: la Pro Patria, che nel girone A ha chiuso addirittura all’11° posto e che ha espugnato Lecco, e l’Olbia di Max Canzi, che ha vinto ad Ancona firmando il vero capolavoro di giornata. Nel Girone A la squadra più forte del lotto è la Triestina, bestia nera del Cavalluccio lo scorso anno e reduce da una stagione abbastanza deludente per colpa di una lunghissima serie di infortuni che ha condizionato il lavoro di Cristian Bucchi, ex bianconero e cesenate d’adozione. Anche la Pro Vercelli è guidata da un ex attaccante del Cesena (Franco Lerda) e sfiderà i baby juventini di Lamberto Zauli, ex compagno e amico fraterno di William Viali. Nel Girone B le due favorite sono Virtus Entella e Pescara: i liguri sono reduci da 7 vittorie consecutive al Comunale, dove quest’anno solo Modena e Reggiana hanno fatto il pieno, mentre gli abruzzesi hanno un saldo positivo contro il Gubbio, ma domenica hanno strappato il pass solo nel finale grazie a due gol di Cernigoi a riacciuffare sul 2-2 la Carrarese. Pronostici invece rispettati nel Girone C, dove Avellino-Foggia sarà il piatto forte di domani: i pugliesi hanno numeri zemaniani (62 gol segnati, 51 subiti) ma devono espugnare il Partenio. Dall’altra sfida uscirà invece un (potenziale) avversario inedito: il Cesena, in 82 anni di storia, non ha mai giocato una gara ufficiale contro Monopoli o Virtus Francavilla.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui