Calcio C, Cesena e un 4-4-2 come nuovo abito per il futuro

La (mini) rivoluzione è servita. Nel mezzogiorno di fuoco cesenate, Moreno Zebi ha presentato i primi due giocatori messi sotto contratto in questa sezione di mercato, Carlo Ilari e Giovanni Nannelli, che sono poi quei giocatori che più di tutti andranno a incidere sul volto del futuro Cesena. Che Viali quest’anno disporrà, in fase di non possesso, con il 4-4-2, tenendo quindi vicini Bortolussi e Caturano, e nel quale proprio Ilari (a sinistra) e Nannelli (a destra) saranno gli esterni titolari. Uno, il ventunenne Nannelli, avrà il compito di allargare il campo anche in fase di possesso palla; l’altro, il navigato Ilari, entrerà dentro il campo, cercando la giocata tra le linee e lasciando lo spazio sulla sinistra per le avanzate del terzino Andrea Adamoli, il terzo acquisto estivo, a ricreare il 3-4-1-2 con cui il Cesena nella passata stagione andava spesso e volentieri a chiudere le azioni.

«Io ripongo grande fiducia – le parole di Zebi – in Ilari e Nannelli. Intanto hanno caratteristiche umane, prima ancora che tecniche, che andavamo ricercando. Poi perché tecnicamente e tatticamente possono diventare importanti. O meglio, Ilari in C è una super-garanzia: ha tecnica, presenza in campo e ha buona gestione tattica, rispetto alla quale Viali è molto attento. Abbiamo vinto la concorrenza di molti club e avere Ilari a Cesena è motivo di vanto».

Il Cesena che verrà

Dopo Ilari, Nannelli e Adamoli, ieri il Cesena ha ufficializzato il ritorno di Elia Benedettini, che sarà ancora il vice di Nardi, mentre solo oggi il Genoa restituirà i documenti firmati per il trasferimento in prestito del terzino destro Antonio Candela, che comunque ieri mattina si è allenato a Martorano con i nuovi compagni. Per questa settimana non sono attesi nuovi arrivi, ma Zebi è al lavoro per riuscire a portare a casa altri 9 giocatori, 7 dei quali under (un difensore centrale, un terzino sinistro, un centrocampista centrale, una mezzala, un esterno sinistro di centrocampo, un attaccante esterno destro e un centravanti) e due over, un difensore poliedrico e un centrocampista. «Rispetto allo scorso anno, siamo partiti da una buona base. Al momento mi sono tenuto un paio di spazi liberi perché non si sa mai che dopo Ferragosto non venga fuori una super occasione».

In uscita non sono previste cessioni: «Io, inteso come Cesena, non voglio privarmi né di Bortolussi, né di Ciofi perché li ritengo due pezzi pregiati. A oggi non ho richieste e se qualcuno vuole Bortolussi o Ciofi deve chiedermeli e deve venire a parlare con me: io un anno fa feci 12 incontri con il Novara prima di ottenere Bortolussi».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui