CESENA – Imola, 16 febbraio 2020, stadio Galli. Alessio Zerbin e Salvatore Caturano decidono Imolese-Cesena con una doppietta a testa e firmano l’ultima vittoria del Cavalluccio in campionato. Sono trascorsi quasi 7 mesi da quel pomeriggio e i ricordi sono comprensibilmente offuscati, ma chi era presente a Imola può certamente ricordare ciò che sul tabellino di quel derby non si trova: il primo tempo devastante di Giuseppe Zampano e di Emanuele Valeri. A far pendere il campo dalla parte del Cesena, con una serie di scorribande folgoranti sulle fasce, furono i due terzini: il primo recapitò sul piede di Zerbin la palla dello 0-1, il secondo conquistò il quinto calcio di rigore della sua stagione mandando sul dischetto Caturano per il punto dello 0-2. Zampano e Valeri, a loro modo, sono stati i due giocatori più convincenti e continui del girone di ritorno del Cesena. Intoccabili in difesa (percorso netto per Valeri in otto giornate, solo 6 minuti saltati da Zampano nella passerella finale a Imola), hanno letteralmente incendiato le rispettive fasce a suon di gol (Valeri contro la Virtus Verona), assist (tre di Zampano contro Virtus Verona, Piacenza e appunto Imolese) e di rigori procurati (cinque volte Valeri, da record).

Assenze pesanti

Nel Cesena 2020-2021 la premiata ditta Zampano&Valeri non ci sarà più, ma in fondo questa non è neppure una notizia, perché l’addio durante l’estate era praticamente scontato e le speranze di rivederli in rosa vicine allo zero. Zampano con la C non c’entra oggettivamente nulla e nello scorso mese di dicembre scelse Cesena soprattutto per due motivi: la presenza del suo ex compagno Modesto, che lo suggerì a Pelliccioni, e la voglia di rilancio dopo un’estate da svincolato e un paio di trattative in B saltate all’ultimo. Dopo un paio di sgambate contro Fano e Arzignano, nel girone di ritorno Zampano è lievitato in fretta e quest’estate si è guadagnato la meritata chiamata al piano superiore, con la Reggiana che gli ha fatto firmare il contratto una settimana fa. Quanto a Valeri, l’ultimo anno di contratto con il Cesena suggeriva la cessione, per non perdere il miglior giovane della rosa a zero nel 2021 e per realizzare una plusvalenza, senza tralasciare naturalmente le ambizioni di un giocatore che voleva fortemente il salto in B dopo due stagioni da protagonista. Morale: doppio addio scontato e reparto terzini tutto da rifare.

Nuovi terzini

Il primo ad essere pienamente consapevole di questo scenario che si andava configurando dopo la chiusura della stagione 2019-2020 era Moreno Zebi che, dopo settimane di studio e di telefonate, ha cominciato a riempire due caselle fondamentali nello scacchiere di Viali e del Cesena. Il primo acquisto nel reparto terzini risponde al nome di Giuseppe Aurelio e assomiglia tantissimo all’operazione Valeri di due estati fa. Non dal punto di vista contrattuale (Valeri arrivò a titolo definitivo, Aurelio in prestito secco dal Sassuolo), quanto dal punto di vista tecnico: proprio come il suo predecessore, Aurelio è un terzino di spinta, molto bravo ad attaccare a causa del suo passato da esterno alto, e dotato di grande esuberanza fisica. Inoltre arriva a Cesena a 20 anni, curiosamente come Valeri, che però non usciva da un settore giovanile di prima fascia (Sassuolo), ma dalle prime due esperienze da professionista a Lecce e Rieti. Ecco, l’unica incognita potrebbe essere proprio questa: il passaggio da un settore giovanile a una prima squadra, cioè da una Primavera dove Aurelio dominava (6 gol in 19 partite) a un campionato da titolare in C. Vedremo, ma l’operazione stuzzica. Sulla fascia destra, invece, le caselle sono ancora vuote. Zebi cercherà di riempire la prima già da questa settimana, quando il mercato aprirà ufficialmente. Alessandro Eleuteri, coetaneo di Valeri con alle spalle già tre stagioni da professionista (la migliore due anni fa a Ravenna con 36 presenze) sarebbe il profilo ideale per sostituire Zampano. Il giocatore ha già detto sì al Cesena, che però deve trovare l’accordo con l’Atalanta: i bianconeri vorrebbero il terzino in prestito con ingaggio “coperto” tutto o in parte, l’Atalanta intende regalare il cartellino (tenendosi una percentuale sulla futura rivendita) al Cesena, che sarebbe così obbligato a pagare da sé lo stipendio del giocatore.

Oggi il Cesena salirà ad Acquapartita, dove resterà fino al 10 settembre per un mini-ritiro pre campionato. Il problema di Viali è che fino al termine del ritiro il Cesena non può disputare amichevoli in quanto in isolamento dopo la positività di Campagna (che è in quarantena nella propria abitazione). L’isolamento del gruppo squadra ci sta, magari, essendo tutti negativi gli altri giocatori, si poteva concedere la possibilità di giocare amichevoli: in fondo, il Parma giocò gare di campionato pur essendo in isolamento a causa di un tesserato trovato positivo il 10 luglio.

I convocati

L’elenco ufficiale dei convocati si avrà questa mattina dopo il nuovo giro di tamponi. Dovrebbero comunque essere questi (l’unico in dubbio è Fabbri, che potrebbe andare con la Under 21 di San Marino). Portieri: Bizzini, Marson, Satalino. Difensori: Aurelio, Ciofi, Fabbri, Lepri, Maddaloni, Munari, Ricci, Sabato. Centrocampisti: Ardizzone, Bracci, Collocolo, Cortesi, El Bohuali, Petermann, Rosaia, Vallocchia. Attaccanti: Bernardi, Caturano, Russini, Zammarchi, Zecca.

Argomenti:

Aurelio

Valeri

Zampano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *