Calcio C, Cesena e il saluto di Viali: “Chiudere così fa molto male” – Gallery

Un quarto d’ora abbondante seduto a raccontare una serata tremenda. Poi, a un certo punto, gli occhi di William Viali cominciano a bagnarsi e la voce ad interrompersi. L’allenatore del Cesena chiude in lacrime, commosso e deluso: «La mia avventura finisce qui e mi dispiace tremendamente pronunciare queste parole oggi, dopo una gara così. Non sono parole figlie del risultato, perché avrei detto le stesse cose anche se avessimo perso in semifinale o in finale, ma non c’erano più i presupposti per continuare. Avrei voluto salutare la gente di Cesena in modo diverso, perché ho trascorso due anni e mezzo fantastici, meravigliosi, durante i quali ho stretto rapporti bellissimi. Ringrazio le due proprietà con le quali ho lavorato, la prima che mi ha dato fiducia in un momento complicato e la nuova che mi ha permesso di continuare il lavoro. Purtroppo è andata come peggio non poteva, e la delusione è atroce, tremenda».
Viali aveva cominciato dalla partita e da un atteggiamento completamente sbagliato: «Non per superficialità, ma per il peso della responsabilità. Non siamo riusciti a giocare: la palla non correva, le gambe non si muovevano. Eravamo ingessati e impauriti e nei primi 45 minuti abbiamo fatto tutto quello che non avremmo dovuto fare. Poi, nella ripresa, la partita si era normalizzata e anche il Monopoli aveva rallentato. Quando ho fatto i cambi per mettere freschezza, abbiamo pagato a caro prezzo un episodio, che mi ha costretto a rifare i cambi e a chiudere in dieci. Nel finale ci abbiamo provato in mischia ma è andata male. Ci tenevamo tanto, avevamo portato oltre 8.000 spettatori allo stadio, siamo riusciti a creare tanto entusiasmo, ma abbiamo rovinato tutto. Fa davvero male».
Una partita così non può non condizionare i giudizi sulla stagione: «Quando una città come Cesena viene eliminata in questo modo, è difficile che la stagione venga considerata positiva. E’ il risultato che conta e il risultato dice che abbiamo sbagliato la gara più importante. Ma se tolgo questa gara, abbiamo fatto qualcosa al di sopra delle nostre possibilità e delle richieste. Ma avremmo dovuto fare un play-off migliore. Dopo due anni e mezzo così belli, questo finale mi fa tanto male. Avrei voluto salutare molto più avanti».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui