Calcio C, Cesena: da Castori a Viali, storie di attaccanti e di gol

Bopica fa rima con Magica. Un tempo a Napoli c’era il tridente stellare della Ma-Gi-Ca (Maradona, Giordano e Careca) che portava lo scudetto sul Golfo, oggi a Cesena c’è il trio della Bo-Pi-Ca (Bortolussi, Pierini e Caturano) che più modestamente vuole riportare la Romagna tra i cadetti.

I moschettieri di Castori

Con il decimo centro stagionale (tutti su azione) Caturano, giovedì sera contro la Carrarese, è arrivato in doppia cifra, come in squadra hanno già fatto Pierini a quota 12 (un rigore) e Bortolussi a 10 (1). Nella storia professionistica del Cavalluccio c’è solo un precedente di tre bianconeri con almeno 10 reti a testa. Nella stagione cadetta 2005-’06 i tre moschettieri di Fabrizio Castori furono uno strepitoso Emiliano Salvetti, capace di segnare 17 gol (più uno nei play-off), seguito da Adriano Ferreira Pinto (11) e da Marco Bernacci (10). Se oggi ci sono volute 37 gare per vedere in doppia cifra tre bianconeri, all’epoca si dovette attendere la 40ª giornata, in Cesena-Catanzaro (4-1) quando andarono a segno contemporaneamente, come invece non sono ancora riusciti Bortolussi, Pierini e Caturano.

Super quintetto

Andando più indietro nel tempo, quando i romagnoli non disputavano campionati professionisti, troviamo altri quattro precedenti di almeno tre giocatori con 10 o più gol all’attivo. E in tutti i casi le reti dei suoi bomber consentirono al Cesena di fare il salto di categoria. Nel lontano 1947-’48 (serie C) abbiamo addirittura un quintetto goleador: Antonio Caracciolo (13), Vincenzo Leo (12), Giuseppe Matassoni (12), Giuseppe Margarita (11) e Luigi Di Pasquale (10). Nelle finali intergirone, al termine delle quali il Cesena fu ammesso alla nuova serie C, si registrarono le ulteriori marcature di Leo (2), Matassoni (1) e Di Pasquale (1).

Successivamente un quartetto in doppia cifra figura nel 1956-’57 in Promozione: Giancarlo Magnani (15), Oreste Francia (12), Antonio Palmas (11) e Renato Ronconi (10). Dopo avere vinto il campionato ed essere stati promossi in Interregionale, Magnani e Ronconi firmarono anche il successo nella doppia finale per il titolo di categoria.

In altre due occasioni abbiamo un tridente. Nel 1952-’53 (Promozione) i tiratori scelti del Cesena che conquistò la IV Serie risultarono Giovanni Veglianetti (28 e capocannoniere del campionato), Orlando Marazzotti (11) e Azeglio Vicini (10). In Cattolica-Cesena (1-7) e in Cotignola-Cesena (0-11) i loro nomi sono contemporaneamente sul tabellino dei marcatori. Viglianetti incrementò il proprio bottino con un gol nella finale per il titolo di categoria.

Infine nel 1959-’60 in IV Serie, decisivi per la promozione in serie C furono Ivo Bighini (13), Giovanni Garzon (13) e Alvaro Gasparini (10), in gol insieme in Cesena-Belluno (3-0).

Tridente… non omologabile

Ci sarebbe un ultimissimo e recente caso di tre giocatori del Cesena in doppia cifra, ma non è… omologabile. Nel 2018-’19 in serie D nella classifica dei marcatori del girone F fanno bella mostra Gianni Ricciardo (20), re dei bomber, Alessandro Danilo (18) e anche Jacopo Fortunato (14). Senonché quest’ultimo ne aveva realizzati 8 nella prima parte della stagione con la maglia del Pineto e i restanti 6 una volta trasferitosi a dicembre in Romagna.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui