Calcio C, Cesena-Artico: la trattativa avanza

Se giovedì il Cesena fosse sceso in campo e non si fosse consegnato al Monopoli dalla palla al centro, questa sera al Manuzzi si sarebbero riaccese le luci per illuminare l’andata dei quarti e per ospitare (almeno) diecimila spettatori. Invece il Catanzaro dell’ex Pelliccioni lo sfiderà meritatamente il Monopoli, mentre il Cesena giovedì prossimo scenderà in campo a Forlimpopoli (ore 17) per un’amichevole contro una squadra di 1ª Categoria. Impegno lodevole a favore della Croce Rossa, ma vuoi mettere i quarti di finale play-off? E allora già si pensa al futuro con il co-presidente Lewis e il responsabile dell’area tecnica Agostini (l’altro co-presidente Aiello è tornato negli Stati Uniti a curarsi un piede dopo aver calciato con violenza il muretto della tribuna per la rabbia dell’eliminazione) che stanno stringendo il cerchio per riempire velocemente la prima casella del nuovo corso, quella riservata al direttore sportivo, figura chiave per gettare le basi e ricostruire la squadra dopo l’enorme delusione di 5 giorni fa. Negli uffici del Manuzzi le bocche restano cucite e nessun dirigente rilascerà dichiarazioni fino a venerdì, quando sarà convocata una conferenza stampa per affacciarsi sul futuri e, probabilmente, per annunciare il primo nome.

Direttore: Artico a un passo

Dopo Moreno Zebi, al quale non verrà rinnovato il contratto, dall’elenco di nomi sondati dal Cesena negli ultimi giorni ce n’è uno che ha preso il largo e che, se riuscirà a rescindere il contratto in essere con l’Alessandria, scenderà in Romagna. Si tratta di Fabio Artico, ex centravanti classe 1973, reduce da tre campionati da direttore sportivo dell’Alessandria (squadra in cui ha chiuso la carriera da calciatore), che undici mesi fa ha portato in B vincendo i play-off e che una settimana fa ha visto retrocedere al piano inferiore proprio all’ultima giornata dopo lo scontro diretto perso contro il Vicenza al Moccagatta. Il profilo di Artico (legato per altre due stagioni al club piemontese) è graditissimo ad Agostini e nelle ultime ore ha staccato tutti. Nei prossimi giorni Artico incontrerà il presidente Di Masi per chiedere la rescissione del contratto. Se non la otterrà, il Cesena volgerà lo sguardo altro. A Zamuner o Magalini o Marchetti.

Anche il Padova su Toscano

La seconda tessera del puzzle riguarderà la panchina e qui tutte le strade portano a Domenico Toscano, grande favorito ma con un asterisco: sull’ex allenatore di Novara, Reggina e Ternana ha messo gli occhi da tempo anche il Padova, che gli affiderebbe la panchina in caso di mancata promozione ai play-off. Con Toscano, naturalmente molto gradito anche ad Artico, al quale spetterà l’ultima parola in caso di fumata bianca, ci sono stati già contatti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui