Calcio C, Caturano-Pierini: il Cesena ricomincia da loro

Fermo, 27 marzo 2022. Il Cesena non segnava in trasferta da quel deludente pomeriggio al Recchioni, quando la zampata di Caturano al 90’ cancellò una sconfitta che avrebbe avuto effetti probabilmente devastanti sulla classifica e volendo anche sul morale del Cavalluccio nella volata finale per il terzo posto. A distanza di 43 giorni, dopo due trasferte senza gol (Montevarchi e Siena), il Cesena ha ricominciato a segnare anche lontano dal Manuzzi, dove il rallentamento di primavera era stato evidente e dove una vittoria mancava da due mesi.

Coppia vincente

Monopoli, 8 maggio 2022. Al Veneziani, nella gara di andata degli ottavi di finale dei play-off, è cambiato il risultato, ma rispetto a Fermana-Cesena non sono cambiati i marcatori e neppure le dinamiche. Ad esempio, i due gol di Nicholas Pierini sono praticamente identici, con due ripartenze fulminanti a tagliare fuori le difese di casa: al Recchioni il numero 10 del Cesena scelse un calibratissimo pallonetto per superare Ginestra dopo 40 metri di corsa, mentre il gol del Veneziani è arrivato dopo un aggiramento del portiere avversario, con palla depositata comodamente in rete a porta vuota. Ugualmente rapinoso, se paragonato al gol segnato a Fermo, è stato il provvisorio vantaggio di Sasà Caturano a Monopoli, con una palla vagante in area spinta in fondo al sacco dal capitano del Cesena dopo una corta respinta di Loria. Approfittando (anche) della lunghissima pausa di Bortolussi, ancora fermo a una sola rete nel 2022, Caturano e Pierini continuano ad essere i migliori addetti al gol del Cavalluccio, specialmente nella seconda parte della stagione: il capitano è salito a quota 6 centri nel 2022, superando di uno il fatturato del girone d’andata, quando segnò 5 gol prima della pausa di Natale. Quanto a Pierini, il figlio d’arte era rimasto a secco nelle quattro gare dopo Fermana-Cesena: si trattava del digiuno più lungo dentro allo straordinario 2022 del numero 10, che ha subito risposto firmando un gol fondamentale al Veneziani, il 9° sigillo dell’anno nuovo, che lo ha eletto miglior marcatore stagionale della squadra con 14 gol tra campionato, Coppa Italia e play-off.

Sì, viaggiare

Latina, 18 giugno 2014. Modena, 8 giugno 2014. Sono le ultime due volte nelle quali il Cesena ha giocato in trasferta una partita dei play-off. Era un altro mondo, c’era un’altra società e soprattutto si giocava al piano superiore per inseguire la promozione in serie A. Ma in entrambi i casi la squadra di Bisoli vinse in trasferta, proprio come domenica scorsa: 0-1 al Braglia con gol-vittoria di Guidone Marilungo e 1-2 al Francioni di Latina, con la rimonta firmata Defrel e Cascione, in una giornata davvero molto simile a quella di domenica a livello meteor e in uno stadio praticamente uguale al Veneziani di Monopoli. Otto anni dopo il Cesena ha confermato di avere un feeling straordinario con le partite di playoff lontano dal Manuzzi. Andando ancora più indietro nel tempo, il Cavalluccio aveva vinto anche l’ultima trasferta in C, nel leggendario blitz di Lumezzane del 20 giugno 2004, mentre era caduto solo due anni dopo in B nella semifinale di ritorno al Delle Alpi di Torino. Ora bisognerà migliorare al Manuzzi, dove negli ultimi due play-off (2021 in C e 2016 in B) sono arrivate le ultime due eliminazioni contro Matelica e Spezia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui