Calcio C, “bestemmia in campo”: l’Imolese valuta il ricorso per la squalifica di Turchetta

Un’assenza pesantissima ed inattesa. È quella di Turchetta, che dovrà saltare Imolese-Modena di domenica in quando l’inviato della Procura federale lo ha sentito pronunciare «un’espressione blasfema mentre si trovava a centrocampo lungo la linea laterale nei pressi della panchina avversaria». Una sanzione contro cui l’Imolese sta decidendo in queste ore se presentare ricorso o meno, seguendo la strada già intrapresa una settimana fa dal Sassuolo, che grazie all’avvocato Grassani ha visto accolto il reclamo avverso alla squalifica di Frattesi, che era stato fermato per un turno per lo stesso motivo ascritto a Turchetta. Oggi l’Imolese deciderà se fare reclamo: in caso contrario, dovrà varare un attacco diverso dal solito per il match con il Modena: Fontana potrebbe anche giocarsi la carta Letizia per sostituire Turchetta oppure riproporre nell’undici titolare Matarese, che contro Reggiana e Fermana è entrato solo nei finali di gara. Per domenica (attesi più o meno mille tifosi del Modena) l’Imolese riavrà Cerretti, che ha scontato i due turni di stop.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui