Calcio C, arriva Lewis: lunedì 20 il Cesena diventerà americano

All’interno del Cesena Fc si dà già tutto per fatto. Al punto che nelle ultime frenetiche giornate è stato anche trovato il tempo per fissare un appuntamento davanti al notaio Marco Maltoni. Il 2 agosto 2018 nel suo studio di corso Sozzi fu costituito il Cesena Fc Spa, primo passo ufficiale di un club che quel giorno aveva 23 soci e che al momento ne conta 28. Lunedì 20 dicembre davanti al notaio Maltoni saranno poste le firme per il passaggio del 60 per cento delle quote della Holding Cfc, divenuta nel frattempo proprietaria del Cesena Fc, al 57enne avvocato newyorchese Robert Lewis. Prezzo pattuito 1,8 milioni, avendo dato alla società bianconera un valore globale di 3 milioni. Lewis sarà una sorta di 29° socio. Socio di maggioranza, al cui fianco, perlomeno fino al giugno 2022 ma quasi certamente fino al giugno 2023, resteranno tutti gli altri 28 soci, quelli che compongono l’attuale compagine.

Documenti ok, ora il bonifico

La trattativa, partita a inizio settembre, è decollata piuttosto in fretta. Facilitata anche dal fatto che Lewis parla fluentemente l’italiano (ha sposato la pesarese Paola Sarti) e che volare da una parte all’altra dell’Atlantico non è mai stato per lui un peso (per 6/7 anni si divideva tra Pesaro, dove la famiglia viveva, e gli States, dove dal 1996 dirige la Jrl Group). Tra Lewis e i vertici del Cesena Fc ci sono stati molti incontri e la disponibilità mostrata dall’avvocato che ha la base lavorativa a Manhattan ha fatto colpo. A Lewis, che da tempo era in cerca di un club calcistico in Italia da acquisire attraverso uno dei fondi che gestisce insieme a Jeffrey Rosenblum, è andato bene partire prelevando il 60 per cento come proposto dai vertici del Cesena Fc, rinunciando quindi all’immediato acquisto dell’intero pacchetto. Ha poi accettato tutti i (mini) paletti fissati dai membri del cda bianconero e così, in neppure tre mesi, ha ottenuto la massima fiducia dei vertici. Nessuno in casa bianconera nutre dubbi sull’affidabilità di Lewis e tutti sono certi che l’operazione andrà in porto prima del closing,inizialmente fissato per il 22 dicembre. I documenti, in fondo, sono già arrivati. Manca solo il primo dei tre bonifici da 600mila euro che, essendo l’incontro davanti al notaio Maltoni fissato per lunedì 20, dovrà giocoforza partire dagli Usa all’inizio della prossima settimana. Gli altri bonifici saranno effettuati entro fine stagione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui