Scongiurato lo sciopero: Lega Pro e Aic hanno trovato un accordo sulle liste e nel week-end si giocherà regolarmente. Filtra quindi un raggio di sole per il futuro immediato di Cesena, Imolese e Ravenna.Un punto di incontro sulle liste è stato raggiunto e le parti hanno definito l’intesa per il regolare svolgimento delle gare nel week-end. Il casus belli, come è noto era rappresentato dalle liste bloccate a 22 giocatori e le parti hanno trovato un allargamento a 25 come in Serie A: in questo caso, in Serie C si apre la strada a una lista con 24 senior più un giocatore del 2001. Domenica prossima per quanto riguarda le romagnole sono in programma: Padova-Imolese (ore 15), mentre alle 17.30 si giocano Ravenna-Sudtirol e Virtus Verona-Cesena. Così la nota dell’Associazione Italiana Calciatori. “L’Associazione Italiana Calciatori, in considerazione dell’evoluzione delle trattative con la Lega Italiana Calcio Professionistico relativamente al noto problema delle liste dei calciatori professionisti utilizzabili, revoca lo sciopero indetto per la prima giornata di campionato, pur mantenendo lo stato di agitazione già in precedenza proclamato, in attesa dell’Assemblea delle Società di Lega Pro”.

Così il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli: “Si gioca. Da domani ha ufficialmente inizio il campionato Serie C 2020-2021”. Queste le parole di Francesco Ghirelli, Presidente Lega Pro, che aggiunge: “ E’ un fatto estremamente positivo. Si è lavorato in sinergia per riuscire a raggiungere l’obiettivo comune di tornare a far rotolare il pallone in campo. La prossima settimana sono già state fissate due riunioni con le nostre società per confrontarsi e deliberare sulle proposte di modifica che con l’AIC, ai cui rappresentanti va il mio ringraziamento, abbiamo ragionato di apportare. Un ringraziamento particolare va al Presidente Gravina per l’importate contributo. Abbiamo dato, tutti insieme, un segnale di rispetto alla passione dei tifosi”.

Argomenti:

sciopero calciatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *