Calcio, Ballardini: “L’Italia è stata la più forte”

Si “Balla” col Tricolore. Raggiunto nel ritiro austriaco di Neustift, dove con il suo Genoa (ancora in gran parte da costruire) sta preparando la nuova stagione rossoblù, Davide Ballardini ha detto volentieri la sua sul trionfo azzurro agli Europei. Il tecnico ravennate ha seguito le ultime gesta della Nazionale in Liguria, prima di trasferirsi dal centro sportivo Signorini di Pegli alle valli tirolesi dello Stubai.

Davide Ballardini, l’Italia ha meritato questo trofeo?

«L’Italia ha certamente meritato di vincere l’Europeo perché è la squadra che ha fatto vedere le cose migliori. Ha sempre avuto un’idea di gioco convincente e molto competitiva».

Semifinale e finale sono state vinte ai rigori.

«Sono le regole del gioco. Anzitutto bisogna arrivarci, ai rigori. E poi bisogna avere la bravura e la freddezza di fare meglio degli avversari. E comunque sia chiaro, né la Spagna, né l’Inghilterra, nei 120’ giocati si erano dimostrate superiori all’Italia, anzi».

Cosa significa questa vittoria per il calcio italiano?

«E’ la conferma che il nostro calcio, con le idee, il coinvolgimento, l’umiltà e l’entusiasmo giusti, è più che mai attuale. Nel recente passato ci sono stati alcuni passaggi a vuoto che ci avevano fatto perdere questa consapevolezza. Con questa vittoria l’abbiamo ritrovata e consolidata».

Infatti l’Italia non partiva certo da favorita.

«L’esclusione dall’ultimo Mondiale aveva messo la nostra Nazionale in una posizione di difetto. Ma le basi per far bene all’Europeo c’erano. L’ottimo lavoro del tecnico ha fatto il resto».

Quanto c’è di Roberto Mancini in questa vittoria?

«Tanto, tantissimo. Ha espresso un’idea di calcio che racchiude tutta la grande attenzione che c’è per la fase difensiva, ma che non si limita alla difesa. Si può cioè difendere in modo attivo, ripartendo velocemente e tenendo in mano la partita. I giocatori sapevano sempre cosa fare, in qualsiasi momento della gara. Mancini ha scelto dei giocatori di qualità e ha saputo metterli in campo nel modo giusto, trovando grande compattezza. Lui e l’Italia hanno fatto un super Europeo e la vittoria finale è ampiamente meritata».

Quali sono i giocatori, gli allenatori e la squadra che ha apprezzato di più?

«Quelli che hanno fatto meglio sono stati naturalmente gli azzurri. Non ci sono giocatori e allenatori di altre squadre che mi hanno impressionato o sorpreso particolarmente. La squadra che ha fatto meglio delle aspettative è stata la Svizzera. Già contro di noi non aveva sfigurato, poi è cresciuta ancora e ha fatto davvero bene».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui