Calcio, Aia al voto: in Romagna cambia solo Lugo

Quattro delle sette sezioni Aia della Romagna sono andate alle urne (virtuali, vista la situazione sanitaria) subito prima di Natale per eleggere i rispettivi presidenti, che resteranno in carica fino al 2024. Cesena, Faenza e Rimini, in ordine strettamente alfabetico, hanno confermato i presidenti uscenti Alberto Arienti, Maurizio Marchesi e Francesco Martinini mentre nella sezione di Lugo c’è stato un avvicendamento, con Davide Zaganelli che ha preso il posto di Cristian Zanzi.

Cesena

Un plebiscito per Alberto Arienti, confermato alla guida della sezione di Cesena con 83 voti sugli 87 espressi (4 schede bianche). Dopo 35 anni di arbitro, Arienti è stato designatore di sezione dal 2011 al 2017 e vicepresidente dal 2008 al 2017, quando subentrò a Marco Moretto. E’ stato il primo presidente in Italia a lanciare un corso arbitri online. Dopo la conferma si è mostrato emozionato ed orgoglioso per il consenso pressoché unanime, a riprova di un forte legame con la sua sezione, che spera possa «riaprire le porte il prima possibile per riprendere da dove ci eravamo lasciati: l’attesa è lunga, ma i nostri sogni non hanno scadenza».

Faenza

Conferma anche a Faenza, dove è stato rieletto Maurizio Marchesi. Giornalista di 51 anni, arbitro dal 1984, dal 2017 Marchesi guida una sezione composta da oltre 100 associati con due arbitri e tre assistenti nella Can D. Dopo la rielezione, citando “Via del campo” di Fabrizio De Andrè, Marchesi ha detto: «Servono sofferenza, impegno e umiltà per costruire il nostro futuro, più grande, migliore ed immenso. Il mio compito sarà formare arbitri credibili, affidabili e che possano essere di esempio dentro e fuori dal campo per uno sport che ha bisogno di ritrovare i valori del rispetto e del collaborare. Noi garantiremo sul campo coraggio e passione».

Lugo

Cambio al vertice della sezione di Lugo, con Cristian Zanzi che passa la mano a quello che è stato in questi anni il suo vice, l’osservatore arbitrale Davide Zaganelli. Primo Luogotenente dell’Aeronautica Militare da poco in congedo, Zaganelli fa parte dell’Aia dal 1989: in qualità di arbitro prima e assistente poi ha ricoperto più di 400 gare, per poi passare a osservatore arbitrale dal 2001. «Sul solco tracciato dai miei predecessori – ha detto Zaganelli dopo essere stato eletto – confido di portare la sezione di Lugo a continuare a essere sicuro punto di riferimento per le giovani generazioni che vorranno approcciarsi allo sport più bello del mondo da un altro punto di vista».

Rimini

Il presidente uscente Francesco Martinini è stato confermato con 62 voti “contro” i 26 ottenuti dall’altro candidato Cristiano Tricomi, che, superando la soglia qualificata del 25%, guadagna un posto nel Consiglio Direttivo Sezionale. Ingegnere di 48 anni e dirigente della pubblica amministrazione, Martinini ha arbitrato in Serie D fino al 2001 per poi intraprendere l’incarico di osservatore. Presidente dal giugno 2018, dopo la conferma ha detto: «Sono stato chiamato ad una responsabilità: essere sempre al servizio, mettere il bene altrui davanti al mio, donarmi incessantemente, ma soprattutto amare il mio prossimo. Questi sono i miei valori”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui