Calcio, aggredito arbitro di 18 anni: gara sospesa in Terza categoria

Espelle il calciatore per doppia ammonizione e viene colpito dal giocatore con uno schiaffone in faccia. È successo sabato pomeriggio a Maiolo durante la partita di Terza categoria tra Maiolo Asd e San Carlo, decima giornata di andata del girone B della provincia di Rimini dove i padroni di casa sono impegnati quest’anno per la prima volta. Correva il minuto 34’ del primo tempo quando l’arbitro appena 18enne è stato aggredito dal giocatore più esperto (26enne) della rosa della squadra del presidente Tommaso Ugolini.

Un episodio che ha lasciato tutti di stucco. Nessuno dei compagni di squadra, nonostante il Maiolo fosse già in svantaggio di un gol, ha avuto un solo accenno di protesta per la decisione del direttore di gara. Nemmeno l’aggressore che dopo averlo colpito, senza rivolgersi a nessuno dei compagni e al mister, ha imboccato la via degli spogliatoi per poi lasciare il campo. Cammino seguito poco dopo da tutti gli altri giocatori e relativi staff. L’arbitro, infatti, ha sospeso la gara. «Io e un tesserato del San Carlo – tiene a precisare Ugolini – siamo stati nello spogliatoio dell’arbitro che tra l’altro conosciamo molto bene, per rassicurarlo. Io gli ho posto immediatamente le scuse della società, anch’essa vittima di un’azione inqualificabile».

L’arbitro, fino a ieri, non risulta abbia presentato nessuna denuncia nei confronti dell’aggressione. Provvedimenti certi verranno invece presi contro il calciatore che ora rischia una maxi squalifica. Per il Maiolo, invece, a norma di regolamento, si profila la sconfitta a tavolino per 3 a 0 e una pesante multa che le verrà inflitta dalla giustizia sportiva. Il giocatore è stato immediatamente escluso dalla rosa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui