Calcio a 5 A2, Futsal Cesena, che colpo: arriva il nazionale uruguaiano Augustin Sosa

Colpo a sorpresa della Futsal Cesena, che acquista a titolo definitivo il centrale uruguaiano classe ’95 Agustin Sosa. “La Futsal Cesena – si legge in una nota – comunica di aver perfezionato l’acquisto del centrale classe 1995 nazionale uruguaiano Agustin Sosa Chamorro. Da Montevideo, facendo tappa a San Giovanni in Valdarno, è giunto in riva al Savio dopo una trattativa lunga e complicata che si è conclusa nelle ultime ore ed è stata seguita personalmente dal dg Paolo Ionetti”.

Sosa, oltre che per la nazionale dell’Uruguay, ha giocato anche nel Swieqi United, squadra di Malta, nella stagione 2019/20, prima di trasferirsi al Peñarol. Nell’ultima stagione è stato invece un titolatissimo della Futsal Sangiovannese, formazione italiana che milita in Serie B.

Di seguito le prime parole da giocatore della Futsal Cesena di Sosa. «Ho iniziato a giocare a 14 anni dopo aver lasciato il calcio a 11 a scuola dopo che il mio allenatore di allora mi portò al Peñarol. Fin da piccolo sono comunque sempre stato a contatto con il futsal, perché nel club in cui svolgevo altre attività come il nuoto e la pallavolo il futsal era uno degli sport che praticavo».

Da diversi anni giochi per la nazionale dell’Uruguay. Quando è arrivata la prima chiamata? «La prima convocazione in Nazionale è avvenuta a 17 anni, mentre ho esordito nel primo torneo ufficiale due stagioni dopo. Da allora fino ad oggi sono sempre stato legato alla Nazionale».

Un anno fa, con la maglia del Peñarol, hai disputato la finale del campionato uruguaiano, riuscendo a portare a casa il trofeo. Che sensazioni hai provato? «È stato un campionato strano, lungo e molto incerto a causa del Covid, ma alla fine siamo riusciti a spuntarla (in finale battuto il Rio Blanco per 8-4 con una tripletta di Sosa, ndr)».

Come ti è sembrata la Serie B lo scorso anno con la Sangiovannese rispetto al campionato uruguaiano? «La differenza principale è che in Italia è uno sport professionistico e questo permette di sviluppare al massimo le proprie capacità fisiche e tattiche. Quando sono arrivato in Serie B ho trovato un buon livello ma simile a quello dell’Uruguay e il mio obiettivo è sempre quello di crescere e migliorarmi».

Qual è il tuo ruolo? Dove ami giocare sul campo di futsal? «Sono un centrale veloce, bravo nell’uno contro uno sia in fase difensiva che offensiva. Sono molto tenace e lotterò sempre fino alla fine per ottenere il miglior risultato possibile».

Quali sono le tue caratteristiche e doti migliori? «Penso che velocità, agilità e resistenza siano le mie qualità migliori. Allo stesso tempo ho un’ottima difesa e tatticamente mi considero un buon giocatore. Infine, credo che un’altra grande virtù sia quella di assistere i miei compagni di squadra».

Perché hai scelto la Futsal Cesena? «Ho scelto la Futsal Cesena grazie alla chiamata di Paolo che si è interessato a me dal primo minuto. È stata una decisione molto difficile perché la Sangiovannese mi aveva proposto di rinnovare e la verità è che si tratta di una società molto seria, che ha fatto molto per me e a cui sarò eternamente grato. Sono comunque contento di aver scelto questo progetto, sebbene la cosa più difficile, come ho detto prima, sia stata lasciare la Sangiovannese».

Quali sono i tuoi obiettivi per questa stagione? «L’obiettivo a livello collettivo penso che sia provare a partecipare ai play-off e poi da lì giocarci le nostre carte, così come posso promettere che in ogni partita daremo il massimo. A livello personale vorrei dimostrare di cosa sono capace e perché il club ha voluto che facessi parte della squadra per questa nuova sfida».

Qual è stata l’esperienza più bella legata al mondo del futsal che hai vissuto finora? «Difendere i colori della nazionale è l’esperienza e il piacere più grande che si possa provare. Giocare in un torneo di qualificazione finora è una delle cose più belle che mi siano capitate. Spero di poter giocare una Coppa del Mondo».

In che condizioni fisiche sei? Sei già pronto per quando comincerà il ritiro estivo? «La mia condizione fisica è ottimale. Mi alleno con la nazionale tre volte a settimana e vado anche in palestra due o tre volte a settimana, per cui non ci saranno problemi quando comincerà il ritiro della Futsal Cesena».

Quanti gol hai segnato lo scorso anno? Quanti assist e partite giocate in tutto? «L’anno scorso ho giocato 15 partite segnando 15 gol ma non è un dato sul quale mi focalizzi troppo. Per quanto riguarda gli assist invece non ricordo il dato preciso ma, come detto prima, mi piace mandare in gol i miei compagni e spero di sorprendervi nel corso della prossima stagione. La cosa importante per me saranno sempre i risultati della squadra e farò del mio meglio affinché siano positivi».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui