Cade a terra e muore dopo la confessione a Gambettola

Infarto poco dopo la confessione. Ieri pomeriggio, verso le 16,15, un gambettolese di 64 anni si è improvvisamente accasciato all’uscita dall’edificio annesso alla chiesa della Madonna Consolata. All’arrivo dell’ambulanza i soccorritori hanno agito anche con il defibrillatore, ma è stato tutto inutile e non hanno potuto far altro che constatare che il cuore del 64enne non batteva più.

La morte è sopraggiunta poco dopo aver ultimato la rituale confessione, con il confessore che lo stava accompagnando all’uscita, restando un passo indietro e l’ha visto accasciarsi quando il gambettolese era quasi giunto sulla porta di uscita dall’edificio. Subito sono stati chiamati i soccorsi e sono arrivati altri due padri religiosi sul posto. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri, ma emerso che la morte era per cause naturali si sono defilati. Dopo la rimozione della salma ieri è stata comunque celebrata la Messa serale.

Intanto la triste notizia ha fatto il giro di Gambettola.L’uomo era molto conosciuto in paese, in quanto fino a una dozzina d’anni fa con alcuni fratelli gestiva un supermercato avviato molti anni prima dai genitori invia Buozzi.

Il 64enne era celibe, apparentemente godeva di buona salute, e lo si vedeva spesso in giro per Gambettola sulla sua bicicletta. Era anche molto devoto a Padre Pio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui