Bus estivi per collegare Cesenatico e Cervia: idea al vaglio

Un unico percorso urbano di trasporto pubblico per l’estate per collegare Cesenatico e Cervia, a favore di turisti e all’insegna del “c’è da vedere”. Si sta pensando come riattivarlo, dopo l’esperienza passata. Vanno però contenuti i costi a carico dei due Comuni. Se ne dovrebbe tornare a parlare in previsione dalla stagione estiva, nell’ambito di Amr, l’Agenzia per la mobilità romagnola che programma il trasporto pubblico, i cui soci sono gli enti locali romagnoli. Con 5-6 milioni di presenze annue, oltre 800 strutture ricettive turistiche tra alberghi, residence, b&b, case per ferie e 9 campeggi, 16 chilometri abbondanti di spiaggia senza soluzione di continuità e in gran parte attrezzati con servizi balneari, è normale che chi viene a passare una vacanza da queste parti chieda come spostarsi tra Cesenatico e Cervia-Milano Marittima, entrambe mete turistiche note anche all’estero. Di qui prende le mosse la richiesta, peraltro sollecitata in passato dall’associazione degli albergatori, di prevedere durante la stagione estiva corse, coincidenze e fermate in grado di collegare le due cittadine turistiche e fornire un certa continuità di percorso. Il tutto anche per disincentivare la meno sostenibile mobilità delle auto singole, evitando di appesantire ulteriormente il traffico già caotico nel periodo balneare. Collegate col trasporto pubblico, le due cittadine avrebbero tanto da offrire ai villeggiante, specialmente alle famiglie e ai gruppi organizzati che scelgono di trascorrere un periodo di ferie in questa parte della Riviera. Si va dai caratteristici e ben conservati porti canale, alle saline, alle terme, allo spettacolo delle barche tradizionali, fino agli eventi organizzati, dal Museo della Marineria e quelli della Civiltà salinare, dalla Casa delle farfalle ai parchi naturali e ad “Atlantica”. Senza dimenticare le attività negli impianti sportivi.

Contatti avviati

Ad anticipare che sono state avviate trattative tra Cesenatico e Cervia e ci sono stati contatti con Amr è l’assessore con delega al trasporto pubblico locale, Mauro Gasperini: «Certamente un servizio di collegamento tra Cesenatico e Cervia sarebbe importante. Richieste in tal senso ci vengono dai turisti e dagli operatori. Era già stato fatto in precedenza e anche lo scorsa estate c’è stato un collegamento con Pinarella e Cervia. In questi anni segnati dal Covid, però, tutto è diventato più problematico, anche nel campo dei mezzi pubblici di trasporto». Ma non si vuole rinunciare ad attivare un servizio che sarebbe prezioso. «Recentemente ho avuto contatto con il delegato di Cervia, Claudio Lunedei, per valutare il da farsi – rivela Gasperini – per poi prendere contati con Amr». Ma ci sono alcuni nodi da sciogliere: «Prima di tutto, almeno da parte nostra, le risorse che i Comuni sarebbero chiamati a stanziare. In passato ogni Comune si è trovato a sostenere tra i 12.000 e i 13.000 euro di costi». Solo fatta chiarezza su questo aspetto, si potrà decidere «come quando riattivare il servizio».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui