Buchi neri Statale 16: lavori al via dal 17 marzo

La data è il 17 marzo. È il giorno, atteso da anni, in cui entreranno nel vivo i lavori per il definitivo superamento dei ‘buchi neri’ della Statale 16 attraverso sei importanti interventi che consentiranno di ricucire la storica frattura del territorio, compattando la città a mare e a monte dell’Adriatica. 

Gli interventi fanno parte dell’ampio programma di opere complementari a favore del territorio che Autostrade per l’Italia sta portando avanti per la realizzazione della terza corsia dell’A14, nel tratto che interessa i comuni di Rimini, Riccione, Coriano e Misano Adriatico. Per il territorio comune di Rimini sono previsti 6 dei 9 interventi totali, per un investimento di circa 10 milioni di euro: due rotatorie – con via Montescudo e la SS72 San Marino – cinque sottopassi ciclopedonali – via Coriano, via della Fiera, via Covignano – e un percorso ciclabile che renderanno più scorrevole e sicuro il transito veicolare e della mobilità sostenibile, con vantaggi dunque sua per il miglioramento del traffico sia per l’impatto sulla qualità dell’aria. 

Già avviate da mesi tutte le attività di preparazione al cantiere, da metà marzo i lavori entreranno nel vivo, andando anche a coinvolgere la circolazione su quella che rappresenta la principale arteria viaria di attraversamento del territorio. Le tempistiche per la realizzazione delle sei opere in programma sono state studiate allo scopo di armonizzare le fasi dei cantieri con la gestione della viabilità, con l’obiettivo di limitare gli inevitabili disagi che si ripercuoteranno sulla mobilità dei cittadini. Si partirà il 17 marzo, subito dopo la conclusione del Sigep, la più importante manifestazione fieristica della città, che torna ad accogliere operatori e pubblico in presenza dopo lo stop per la pandemia. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui