Brisighella, Premio Bandini a Domenicali e Rivola

Dopo le trasferte degli ultimi anni dovute alla pandemia, il Trofeo Bandini torna martedì 21 dicembre nella sua sede naturale, il borgo dei tre colli che nelle passate edizioni ha incantato numerosi campioni delle quattro ruote come Lewis Hamilton. Questa volta a ricevere l’ambito premio saranno in due: Stefano Domenicali, presidente della Formula 1, e il faentino Massimo Rivola, ceo del Team Aprilia Moto Gp.
Come spiega il patron Francesco Assirelli, la 28ª edizione del Trofeo sarà incentrata su tutte le figure che ruotano intorno al mondo motoristico: non solo piloti, quindi, ma anche altre figure che contribuiscono a creare un’ampia rete di professionalità, con un focus speciale sul tema della sicurezza stradale, che verrà trattato grazie alla collaborazione con le forze dell’ordine.
Ci saranno infatti due appuntamenti collaterali: venerdì 17 dalle 9.30 alle 11.30 alcuni studenti neodiciottenni dell’Alberghiero di Riolo Terme prenderanno parte a un corso sulla guida sicura, mentre lunedì 20 Brisighella ospiterà un seminario per addetti ai lavori dal titolo: “Dalla Formula 1 alla strada di tutti i giorni”.
Ma il momento più atteso resta quello del giorno di consegna del Trofeo: «Quest’anno – riferisce Assirelli – per la prima volta capita in coincidenza con la data di nascita di Lorenzo Bandini».
Un’altra particolarità riguarda la tradizionale passerella in automobile da Faenza a Brisighella lungo la strada provinciale: negli anni sono stati tanti i bolidi che, guidati dalle star dei gp, hanno percorso il tragitto attirando a bordo strada spettatori e curiosi.
Per il Trofeo 2021 si è optato per un’altra soluzione: «Non ci sarà un’auto da F1 ma una safety car – anticipa Assirelli – che arriverà in Romagna su un camion il giorno prima grazie alla Mercedes di Stoccarda. A guidarla, come nei gran premi ufficiali, ci sarà Bernard Maylander».
Insomma, anche secondo l’assessore al turismo di Brisighella, Gian Marco Monti, ci sono tutti gli ingredienti per «un’edizione spettacolare». A fargli eco è il senatore Stefano Collina: «una delle caratteristiche principali del Trofeo Bandini – afferma – è che è l’unico momento in cui tutti i soggetti che contribuiscono all’apparato della F1 vengono coinvolti e trovano riconoscimento.: non a caso per percorrere l’itinerario Faenza-Brisighella è stata scelta una safety car. Faenza, Imola e Brisighella sono intimamente legate al tema della velocità».

Ecco chi sarà premiato
Nel ricco parterre dei premiati non figurano solo Stefano Domenicali e Massimo Rivola, destinatari ex aequo del Trofeo Bandini. La lista di chi riceverà un premio si compone di altri dodici nomi: Giusto Ferronato (Gazzetta dello Sport), Jarno Zaffelli (progettista dell’autodromo di Zandvoort in Olanda), Gianni Cancellieri (telecronista Rai), Matteo Nannini (pilota di Formula 2), Matteo Bonciani (capo comunicazione Fia), Andrea Corsini (assessore regionale a Motor Valley), Umberto Zapelloni (Sky), Bernard Maylander (pilota safety car), Davide Camicioli (Tv 8), Luca Gresini (Team Gresini Moto Gp), Stefano Stefanini (commissario polizia stradale), Luca Geminiani, pilota di moto brisighellese di soli dieci anni.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui