Brisighella, incendio alla scuola materna di S.Martino in Gattara

Allarme ieri mattina per un incendio divampato alla scuola materna statale di San Martino in Gattara. Il rogo è partito prima delle 8, quando ancora dovevano arrivare i 18 bambini che la frequentano.
A chiamare i vigili del fuoco un ex dipendente comunale che, informato da una residente dietro l’asilo, è subito accorso, impegnandosi con altri abitanti della piccola frazione a ridurre i danni, impiegando estintori. Sul posto anche i tecnici del Comune con il capo dell’ufficio Mirko Missiroli, già presente quando sono arrivate da Faenza due autobotti, che hanno evitato l’estendersi delle fiamme ai locali della scuola.

Ad innescare l’incendio, da una prima ricostruzione, sarebbe stato un rogo acceso in uno scantinato vicino ai locali caldaia al quale si accede dal retro. Nell’asilo si era infatti introdotto abusivamente, forse già da martedì sera, un senzatetto che aveva scelto quel luogo per trascorrere la notte.
Per riscaldarsi avrebbe appunto acceso un fuoco, che poi gli è sfuggito al controllo. L’uomo dall’apparente età di 40 anni, proveniente dal Parmense, è stato subito individuato in giro per il paese, in uno stato confusionale: «Chiedeva sigarette a chiunque incontrasse» ha riferito un abitante del luogo.
Proprio le segnalazioni hanno permesso ai Carabinieri di Fognano di rintracciarlo e fermarlo quasi subito.

E’ plausibile che fosse arrivato in treno e sceso alla stazione distante solo un centinaio di metri.
La notte gelida e la mancanza di una sala d’attesa riscaldata lo avrebbero spinto nel paese a cercare un riparo.
Per entrare nella scuola ha scavalcato una recinzione, danneggiando la rete, e oltrepassato un cancelletto in legno che immette alle scale per lo scantinato.

Il locale è adibito a deposito e conteneva tra l’altro giochi per bambini in plastica, andati distrutti. Il materiale bruciato altamente infiammabile e tossico ha provocato un fumo denso e acre che ha invaso anche le aule. Perciò il plesso, di proprietà del Comune è stato dichiarato inagibile per la giornata di ieri e oggi.
Per la riapertura si parla di domani, dopo avere adeguatamente arieggiato i locali ed effettuato le verifiche del caso. «Problemi potrebbero insorgere – afferma il sindaco Massimiliano Pederzoli – in seguito ai danni riportati dal quadro elettrico, speriamo si tratti di una cosa risolvibile in poco tempo».
E’ pensabile che lo scantinato, per ora messo in sicurezza, dovrà essere oggetto di lavori di ripristino, prima di essere nuovamente utilizzato.
I danni potrebbero avere interessato anche il soffitto dell’interrato stesso.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui