Borghi, un’auto vola nel giardino di una casa: sos per la strada pericolosa

È uscita di strada, piombando da via Cornacchiara-Sp 11 bis in un giardino privato e rimettendo a nudo i pericoli cronici in quella strada. Due mattine fa una Ypsilon di colore nero, percorrendo la via provinciale, che è stretta in alcuni punti e con discese, ha sbandato ed è volata fuori strada, finendo capovolta nello spazio verde all’esterno di una casa. Per fortuna, a parte i danni pesanti all’auto e lo scombussolamento completo nel giardino , dove per fortuna non c’erano persone quando si è verificato l’incidente, sembra che il guidatore non abbia subito traumi gravi. Ma ora dovrà ovviamente rispondere dei danni causati nella proprietà dove si è schiantato.

Sos per velocità e camion

La notizia ha fatto subito il giro di Borghi, finendo anche al centro dei dibattito sui social, con molti cittadini che puntano il dito sull’alta velocità tenuta da alcuni automobilisti indisciplinati e sulla mancanza di attenzione quando si è al volante, magari maneggiando il telefonino. Non solo. C’è chi ha segnalato di avere visto tir che percorrevano la stessa strada, nonostante dall’inizio di quest’anno sia stato vietato il transito ai mezzi pesanti. I camion che percorrono via Cornacchiara-Sp 11 bis e altre strade non idonee per la loro modesta larghezza sono problemi veri, che hanno spinto l’amministrazione comunale a fare pressione sugli enti sovracomunali per ottenere specifici divieti. Il risultato è stato che fin dal fondovalle la Provincia di Forlì-Cesena ha impedito che autoarticolati vadano a intasare strade di collina troppo strette. D’altronde, mesi addietro, era successo più volte che mezzi pesanti di una certa stazza e anche corriere gran turismo imboccassero vie inadeguate per la loro stazza e poi rimanessero incastrati nelle curve.

Il punto del sindaco

«In questo caso l’incidente è stato causato da una manovra sbagliata – afferma il sindaco Silverio Zabberoni – e dispiace per il guidatore, che dovrà provvedere a rifondere i danni. Da quando abbiamo ottenuto di far installare i divieti dalla Provincia, il problema in via Cornacchiara si è comunque fortemente ridimensionato. So che sono state fatte anche multe. Spesso i navigatori danno indicazioni sbagliate agli autisti dei mezzi pesanti, indicando loro le strade più veloci senza considerare l’ampiezza idonea per essere percorsa. Occorre sempre prudenza e buon senso per non mettere a rischio l’incolumità propria e altrui».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui