Bonaccini: “Vaccini da triplicare entro marzo: anche di notte”

Da marzo “vogliamo triplicare” il numero di vaccinazioni fatte ogni settimana. E’ questa l’asticella fissata dal presidente dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, in collegamento oggi con ‘Mattino 5’. “Ieri abbiamo superato i 10.000 vaccini in una giornata- sottolinea Bonaccini- questa mattina siamo già a 200”. Quindi “stiamo facendo bene- afferma il presidente- ma questa è la prima fase per operatori sanitari e residenze anziani. Sarà da marzo la vera sfida”. E aggiunge: “Si diceva che a fine anno si sarebbe ottenuta l’immunità di gregge. Io penso che, se il Governo mantiene gli impegni sulla distribuzione delle dosi e se saranno a disposizione i nuovi vaccini, potremmo averla anche parecchi mesi prima”.

Come Emilia-Romagna, assicura Bonaccini, “vogliamo essere pronti a fare uno sforzo straordinario. Se oggi facciamo 50-60.000 vaccini alla settimana, dobbiamo essere in grado di triplicare da marzo in poi questo numero”. Per poterlo fare, però, occorre “essere veloci e organizzati- rimarca il presidente- ho detto ai direttori generali delle aziende sanitarie di tenersi pronti anche per le aperture notturne, se serve, nella seconda fase”. E’ chiaro però che “serve un numero di vaccini adeguato- avverte Bonaccini- perché è nel flusso di trasferimento e distribuzione che può andare al meglio la macchina, che però sta cominciando a oliare veramente alla grande”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui