Bonaccini ribadisce: “Rigassificatore a Ravenna e parco eolico e fotovoltaico a mare”

 Il miliardo di euro perso dalle imprese emiliane nell’export verso la Russia è un costo salato che però può e “deve essere compensato con altri mercati”. L’importante è “non uscire dal Patto atlantico e dall’alleanza europea”. Lo afferma il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, questa mattina in Fiera a Bologna per l’assemblea generale di ‘Farete’, commentando le parole del presidente di Confindustria Emilia, Valter Caiumi.Per quanto riguarda l’Emilia-Romagna, ha sottolineato Bonaccini, “il rigassificatore a Ravenna ribadisco che si farà, col consenso di parti sociali e amministratori. Insieme a quello vogliamo realizzare anche un grande parco eolico e fotovoltaico a mare. Ma aspetto l’insediamento del nuovo Governo per chiudere l’accordo, perché la Conferenza dei servizi ha già detto di sì”.

Commenti

  1. se fanno eolico galleggiante a 35 chilometri dalla costa per esser veramente invisibile dalla costa facendo spendere un po’ più di cavo ai proprietari.. per me ci possono fare pure un campo eolico da 10 GwP cosi si fa qualcosa che veramente dà un contributo serio alla sovranità energetica

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui