Bonaccini al Meeting di Rimini: turismo settore strategico

Visita oggi, al Meeting di Rimini, del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. Con lui, sono intervenuti alla kermesse riminese anche gli assessori regionali al Turismo, Andrea Corsini, e all’Agricoltura, Simona Caselli. Al Meeting, il Presidente Bonaccini, ha incontrato allo stand regionale i giornalisti e partecipato a un incontro sul tema: “Le Regioni e l’autonomia differenziata”. “Anche quest’anno – afferma il Presidente Bonaccini – il Meeting di Rimini si conferma forum internazionale di altissimo livello, con la presenza di personalità del mondo della cultura, della scienza, della religione, delle istituzioni, dello sport. Un luogo che guarda e parla alle persone, e anche una ‘vetrina’ importante dove l’Emilia-Romagna, nel suo stand, presenta in appuntamenti giornalieri le sue eccellenze: i tesori della Food Valley e della Motor Valley, la Costa, la Montagna e le città d’arte, fino alla Wellness Valley, le terme e il turismo slow del Circuito dei 18 Cammini per viandanti e pellegrini. Il Meeting è poi un evento che fa bene al turismo regionale: l’Osservatorio sul turismo regionale stima che le presenze agli eventi della settimana del Meeting (tra visitatori, escursionisti, turisti alloggiati, giornalisti, relatori e volontari) ‘potranno produrre ricavi per hotel, appartamenti, bar, ristoranti, trasporti e shopping per circa 23 milioni di euro’”. “Il turismo – prosegue Bonaccini – è un settore strategico per l’intera economia regionale. In quattro anni le presenze in Emilia-Romagna sono passate da 45 a 60 milioni e vogliamo continuare ad affiancare amministratori locali e operatori per rinnovare e migliorare le strutture ricettive, rafforzando una capacità di accoglienza che qui è davvero unica. Ecco il perché dei 45 milioni di euro che abbiamo stanziato per la riqualificazione di alberghi e realtà turistiche da Piacenza a Rimini – chiude il Presidente – oltre che per gli stabilimenti balneari e la valorizzazione della Costa attraverso progetti di rigenerazione urbana nei Comuni del distretto balneare”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui