Bologna, Gea Garatti insignita del premio “Tina Anselmi”

È stato conferito a Gea Garatti Ansini, Maestro del Coro del Teatro Comunale di Bologna, il Premio “Tina Anselmi” 2022, promosso dalle sedi bolognesi del Centro Italiano Femminile e dell’Unione Donne in Italia, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Comunale di Bologna. La cerimonia si è svolta questa mattina nella sala Stabat Mater della Biblioteca dell’Archiginnasio, alla presenza della Presidente del Consiglio Maria Caterina Manca, della Vice Sindaca Emily Marion Clancy e delle responsabili delle Associazioni di Bologna CIF e UDI, Carla Baldini e Katia Graziosi. Istituito nel 2017, il premio è dedicato alla memoria di “Tina Anselmi”, prima donna a ricoprire la carica di Ministro della Repubblica Italiana con delega al lavoro, la quale ha svolto un ruolo determinante nell’approvazione della legge 903 del 1977 “Parità di trattamento tra uomini e donne in materia di lavoro” ed è stata Presidente del Comitato Italiano per l’Anno Internazionale della Donna dichiarato dall’ONU per il 1975, nonché firmataria della legge che ha introdotto il Servizio Sanitario Nazionale. 

Da sei edizioni il riconoscimento va a donne che si sono distinte nell’ambito di professioni talora caratterizzate da una scarsa partecipazione femminile.  Formatasi ai Conservatori G. B. Martini di Bologna e Santa Cecilia di Roma, Direttore di Coro, pianista, fondatrice di Cori quali l’Armònia a Bologna e l’International Opera Choir a Roma, Gea Garatti Ansini ha collaborato come Maestro del Coro con diverse Fondazioni liriche-sinfoniche italiane e istituzioni musicali straniere come il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro Massimo Bellini di Catania, il Teatro di San Carlo di Napoli e il Teatro di Montpellier. Per il Teatro Comunale di Bologna come Maestro del Coro ha diretto nel 2003 le produzioni di Un ballo in maschera di Verdi e del Flauto Magico di Mozart, e l’esecuzione del Deutsches Requiem di Brahms. Ha partecipato inoltre a diverse tournée in Russia, Germania, Thailandia e Giappone, e ha lavorato con direttori d’orchestra come Riccardo Muti, Zubin Mehta, Daniele Gatti, e registi quali Franco Zeffirelli, la Fura dels Baus e Hugo de Ana. Il suo repertorio spazia dalle opere liriche ai brani sinfonici e sacri, sino alla musica corale cameristica. Da settembre 2021 è Maestro del Coro del Teatro Comunale di Bologna.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui