La tenda fuori dal pronto soccorso di Imola Foto MMPH

IMOLA. Nonostante il progressivo aumento delle persone guarite (7 i certificati con doppio tampone negativo oggi) e un solo nuovo positivo ad Imola, purtroppo oggi si registra un nuovo decesso dopo due giorni di tregua. Si tratta di un cittadino di 75 anni di Medicina già da diverse settimane ricoverato in terapia intensiva a Imola. Salgono quindi a 326 i casi positivi refertati nel circondario imolese (compresi 30 guariti con doppio tampone negativo: 16 a Medicina, 11 a Imola, 2 a Castel San Pietro, 1 a Casalfiumanese, e 30 decessi così suddivisi: 24 a Medicina, 3 a Imola, 2 a Castel San Pietro Terme e 1 a Dozza). Sono 192 gli uomini e 134 le donne; 163 residenti a Medicina, 100 a Imola, 30 a Castel San Pietro Terme, 6 a Dozza, 5 a Castel Guelfo, 5 a Mordano, 3 a Casalfiumanese, 3 a Borgo Tossignano e 11 persone residenti fuori dal Circondario. Fra questi, 8 i ricoverati in Terapia intensiva, 5 in semi-intesiva ECU, 40 nel reparto Covid, 18 in post acuzie Covid all’Ospedale di Comunità di Castel San Pietro Terme e 8 alloggiati in albergo. Attivato oggi il reparto post acuti a Castello, che ha già ricoverato 3 pazienti dai reparti noCovid per acuti dell’Ospedale di Imola. Le Unità speciali di continuità assistenziali a 12 giorni dal loro avvio hanno effettuato 606 triage telefonici, 261 visite domiciliari, 167 terapie, 187 tamponi e 17 ECG. Oltre 120 pazienti in terapia sono già stati valutati dall’ambulatorio infettivologico.

Argomenti:

bollettino

coronavirus

decesso

imola

medicina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *