RAVENNA. Sono una decina gli indagati per la morte del bambino di 4 anni di Castrocaro deceduto mercoledì a Mirabeach, il parco acquatico di Mirabilandia. Il numero emerge in seguito alla riunione effettuata in mattinata a cui hanno preso parte il procuratore capo Alessandro Mancini, il sostituto procuratore Daniele Barberini, i carabinieri che si occupano della vicenda e gli ispettori della Medicina del lavoro dell’Ausl. Oltre alla madre, già sentita sull’accaduto e al momento l’unica persona ad essere formalmente avvisata delle indagini, sarebbero stati rilevati profili di responsabilità relativamente al servizio di salvataggio e la sua organizzazione interna. Per il momento la Procura non ha rilevato violazioni in materia di sicurezza: per questo motivo l’autorità giudiziaria non ha disposto ulteriori sequestri di beni o cose del parco acquatico. Domani intanto verrà affidato l’incarico per lo svolgimento dell’autopsia che chiarirà le cause del decesso. In seguito potrà arrivare il nullaosta per i funerali. A Castrocaro, dove la comunità è sotto choc per la tragedia, è stato proclamato il lutto cittadino.

Argomenti:

bimbo

dieci

indagati

mirabilandia

morto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *