Immagine di repertorio

RAVENNA. L’esatta dinamica della disgrazia che ha portato alla morte mercoledì del bambino di 4 anni di Castrocaro morto a Mirabeach potrebbe emergere dall’analisi dei filmati delle due telecamere di sicurezza orientata nella zona in cui si è verificata la tragedia. Video che sono stati già acquisiti dall’autorità giudiziaria e che potrebbero risultare determinanti per capire cosa sia accaduto. Stando a quanto ricostruito finora dai carabinieri coordinati dal procuratore capo Alessandro Mancini il piccolo, accompagnato dalla madre, si sarebbe trovato vicino a uno scivolo quando la donna gli avrebbe detto di attendere qualche istante fermo ma per cause in corso di ricostruzione, forse perché attirato dalla baby dance, sarebbe invece finito nello specchio d’acqua alto un metro e dieci.

Argomenti:

bambino

mirabilandia

morto

piscina

telecamere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *