Biblioteca, 500 accessi al giorni: si sposta sezione ragazzi

Oltre 500 presenze al giorno e 5000 utenti in più in media ogni anno. Su queste due cifre più che positive si basa l’attività della biblioteca comunale al centro della seduta itinerante della 4ª commissione consiliare, che ieri mattina si è tenuta proprio nelle sale antiche della biblioteca Gambalunga, nelle aule di studio e nel grande magazzino librario del secondo piano. Una visita guidata a cui hanno partecipato anche il Sindaco Jamil Sadegholvaad e la Presidente del Consiglio comunale Giulia Corazzi.

Consiglieri in biblioteca

La visita informativa è stata condotta da Nadia Bizzocchi, direttrice della biblioteca civica, che ha illustrato ai consiglieri della commissione cultura, la storia della biblioteca riminese, la più antica biblioteca civica d’Italia, donata al Comune di Rimini con lascito testamentario nel 1619. Fra le principali biblioteche della Regione è il più rilevante deposito del patrimonio culturale della comunità riminese, con le sue importanti collezioni, dove accanto ai 400.000 libri, di cui 60.000 antichi, si conservano importanti archivi di documenti e di immagini storiche.

Patto per la lettura

Oltre alle tante attività svolte dalla Gambalunga, sono stati condivisi con i consiglieri anche i progetti in corso per lo sviluppo della biblioteca, come: il “Patto per la lettura”, lo strumento individuato per costituire una rete di relazioni e progetti orientati a diffondere la lettura come pratica di benessere individuale e sociale. Fra i progetti anche il “Rinnovo convenzione Rete bibliotecaria di Romagna”, il più antico sistema bibliotecario, nato nel 1986, formato da biblioteche comunali nell’ambito del servizio bibliotecario nazionale. Infine il “Progetto Giovani”, che prevede la creazione della nuova sezione fumetti, attraverso partnership con associazioni non profit per laboratori creativi, gruppi di lettura e incontri con illustratori.

Investimenti

Nell’occasione sono stati condivisi con con la commissione anche i temi degli investimenti di medio e lungo periodo, come il trasferimento della biblioteca ragazzi per acquisire nuovi spazi e la riprogettazione degli spazi di palazzo Gambalunga-Visconti (lo studio di fattibilità 2023 è a cura di Llpp). Evidenziate anche altre azioni strategiche come la cooperazione per il prestito intersistemico (rete bibliotecaria Romagna, sistema bibliotecario provinciale), il rapporto scuola/università, la partecipazione a bandi con altri partner e le collaborazioni.

Il sindaco Jamil Sadegholvaad e la direttrice Nadia Bizzocchi hanno messo in evidenza «come la Gambalunga, con una media di oltre 500 presenze al giorno, oltre 5000 nuovi utenti nell’anno in corso, sia un luogo di grande vivacità intellettuale. Un concentrato di energie positive con una costante attenzione ai bisogni e ai desideri della propria comunità e lo sguardo rivolto al futuro in quanto un luogo frequentatissimo dai giovani. La Gambalunga infatti ha come propria mission la conservazione e la trasmissione alle nuove generazioni dell’eredità culturale della comunità e contemporaneamente deve garantire l’offerta a tutti i riminesi per l’accesso libero e aperto alle risorse, per l’informazione e la conoscenza, per la lettura e il tempo libero creativo».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui