Bertinoro, Zaccarelli: “Non sarà un mega centro commerciale”

«Non si può fare una mega struttura nell’area interessata a Santa Maria Nuova, c’è una legge regionale che lo impedisce. Credo che l’opera di urbanizzazione prevista sia ben altra, la forzatura c’era 30 anni fa quando si pensava ad un centro commerciale. E non c’era neanche l’ombra della via Emilia Bis. Oggi chi le fa più strutture di questo tipo…». A tornare sulla vicenda che in questi giorni tiene banco a Bertinoro è proprio Nevio Zaccarelli, ex sindaco, che ha visto muovere i primi passi del progetto che oggi si presenta in maniera differente. «Non si tratta più del medesimo intervento, quello che oggi c’è sulla carta non è più quello di allora» tiene a precisare il predecessore di Gabriele Fratto. L’intervento che il Comune di Bertinoro intende realizzare prevede che su un’area di 12 ettari (acquistato negli anni ’90 dalla holding che gestiva il gruppo Iper, quello del centro commerciale di Savignano) vengano costruite sei medie strutture, di cui cinque da 2500 metri quadrati e una da 2000, per un totale ad uso commerciale di 14.500 metri quadrati. A questi si aggiungerebbero anche 10.500 metri quadrati da destinare a terziario. Tutto ciò consentirebbe nel complesso di avere una superficie utile di 25 mila metri quadrati. «Chi parla di un nuovo centro “Montefiore” o è un bugiardo o in mala fede – continua Zaccarelli –. Qui a Bertinoro non si parla di una struttura da 25mila metri quadrati ma di più medie strutture, è ben diverso dal Puntadiferro di Forlì. Quella che si andrà ad approvare è una previsione urbanistica come ce ne sono tante e ce ne saranno ancora, le tempistiche sono lunghe e alcune si possono realizzare e altre no». L’ex sindaco del Colle, però, tiene a sottolineare: «Credo sia opportuno, però, informare e discuterne insieme ai cittadini. Sarebbe bene organizzare assemblee e spiegare cosa comporta un investimento simile per Bertinoro stesso». Seppur la decisione finale di avallare il progetto spetti all’Amministrazione e al consiglio comunale, convocato per mercoledì 28 luglio, i sindaci dei Comuni limitrofi nei giorni scorsi si sono detti sorpresi e che mancavano gli elementi sufficienti per procedere con una valutazione. «Ecco, un appunto lo vorrei fare – conclude Zaccarelli –. Nessuno ha mai chiesto il parere o coinvolto Bertinoro. Nemmeno Forlimpopoli quando ha deciso di procedere con la realizzazione del Bennet, idem Cesena e Forlì. Ognuno ha sempre portato avanti le sue programmazioni urbanistiche facendo i propri interessi».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui