Bertinoro, si vota la costruzione di un nuovo centro commerciale

È allarme tra i commercianti e i residenti del Colle. Mercoledì prossimo, in sordina, verrà portato in consiglio comunale il Piano operativo comunale (Poc), strumento che consentirebbe di muovere i primi passi per la realizzazione di un grande plesso commerciale in zona via Santa Croce che come ampiezza farebbe concorrenza anche al centro commerciale Puntadiferro a Forlì.

Il progetto

Una annosa vicenda che si protrae almeno dal 2008. In sostanza il terreno su cui innalzare il nuovo tempio del commercio c’è già e si tratta di un’area acquistata negli anni ’90 in via Santa Croce dalla holding che gestiva il gruppo Iper (quello del centro di Savignano). L’intervento, comunque, consisterebbe nella realizzazione di sei medie strutture, di cui cinque da 2.500 metri quadrati e una da 2.000, per un totale ad uso commerciale di 14.500 metri quadrati. A questi si aggiungerebbero anche 10.500 metri quadrati da destinare a terziario. Tutto ciò consentirebbe nel complesso di avere una superficie utile di 25mila metri quadrati su cui erigere un altro colosso del commercio.

I no dei Comuni

La vicenda in qualche modo nel 2008 finì lì: il primo cittadino di Bertinoro, Nevio Zaccarelli, liquidò il caso dicendo che ancora non erano state avanzate proposte per richiedere il permesso di edificare quel terreno, fermo restando che il coltello dalla parte del manico ce lo aveva la Provincia che fino al 2010 non prevedeva nuovi mega insediamenti commerciali. L’ipotesi tornò a palesarsi nuovamente nel 2014 in procinto delle elezioni amministrative che vedevano interessati i Comuni limitrofi. Allora i tre candidati sindaco tutti di casa Pd, Davide Drei di Forlì, Mauro Grandini di Forlimpopoli, Paolo Lucchi di Cesena, espressero un parere nettamente negativo per l’idea avanzata in quanto avrebbe rappresentato una grave forzatura, capace di incidere negativamente sull’attuale equilibrio della rete commerciale dei territori. Tanto più che in questi Comuni insistono già realtà come il centro commerciale Puntadiferro, Le Fornaci, il Lungosavio e il Montefiore. Inoltre, in quell’occasione si mostrarono subito contrarie anche le associazioni di categoria.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui