Bertinoro, modifiche alla via Nuova per aumentare la sicurezza

Bertinoro, modifiche alla via Nuova per aumentare la sicurezza

BERTINORO. Più sicurezza stradale lungo la via Emilia con modifiche alla viabilità in via Nuova. Si tratta di una delle due strade che, scendendo da Bertinoro, sbucano in modo parallelo sull’arteria ad altissimo traffico che collega Forlì a Cesena. In pratica, quando si arriva all’incrocio che porta a Santa Maria Nuova, direzione Cesena, incontriamo la prima, via Consolare, che dopo il semaforo diventa via Santa Croce, mentre poco meno di un chilometro dopo, prima dell’abitato di Capocolle (noto a tutti con il toponimo dialettale Mont spachè) troviamo via Nuova. Il problema è che da questa strada si può già solo immettersi in direzione di Cesena sulla via Emilia, ma, purtroppo, tanti scelgono di dirigersi verso Forlì. Una scelta pericolosa che crea incidenti.

Per questo, l’Amministrazione guidata da Gabriele Fratto ha deciso di spostare tutto il traffico che scende da via Nuova in via Consolare, grazie a via Piana che collega le due parallele, lasciando che possano percorrere l’ultimo tratto di via Nuova solo i veicoli che pesano più di 3 tonnellate e mezzo e che svoltano verso Cesena. Tutti gli altri potranno entrare nella via Emilia solo ed esclusivamente da via Consolare. L’ultimo tratto di via Nuova, oltre che dai grandi camion, sarà percorribile dai residenti e dai mezzi che devono raggiungere le attività che insistono su questo tratto di strada, ma che non potranno poi entrare nella via Emilia. Inoltre nessuno, proveniente dalla via Emilia potrà svoltare in via Nuova, per dirigersi verso Panighina o Bertinoro.
«Si tratta – spiega Gabriele Fratto, sindaco di Bertinoro – di un’iniziativa che vuole essere un rinforzo della segnaletica esistente (che vieta l’immissione nella via Emilia da via Nuova con direzione Forlì ndr). Siamo intervenuti a causa della situazione provocata dalla maleducazione stradale di alcuni conducenti che ha provocato diversi incidenti. Per questa ragione, con il parere e le indicazioni della Polizia locale e dei collaboratori comunali, abbiamo predisposto un rinforzo sperimentale della segnaletica, in attesa di un incontro con Anas per chiedere possibili soluzioni alterntive. La decisione è stata condivisa anche con i consiglieri comunali ed il consiglio di zona».
L’Amministrazione lavorerà ora per cercare di risolvere il decennale problema dell’incrocio semaforico fra le vie Emilia, Santa Croce e Consolare: serve una grande rotonda, chiesta a gran voce dalle opposizioni da anni e pensata dalle precedenti Amministrazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *