Bertinoro, il nuovo ambasciatore dell’Albana arriva dalla Campania

Lo scorso anno era arrivato secondo. Quest’anno ce l’ha fatta in una finalissima serrata all’ultimo sorso: Luca Matarazzo è il vincitore della sesta edizione del Master Romagna Albana Docg svoltosi a Bertinoro. È di Salerno e si è imposto sul romagnolo Marco Saiani, che si è “consolato” con il premio Migliore comunicatore.

Matarazzo arriva dalla Campania e prosegue quindi il trend di ambasciatori oltreconfine dell’Albana (il detentore era un toscano), a conferma che il vitigno autoctono per eccellenza della Romagna ha sempre più appeal fuori dai confini territoriali. Affermazione questa supportata dagli altri verdetti di giornata con il terzo posto a pari merito per la Toscana Benedetta Costanzo e Giorgio Salmi da Ferrara. A giudicare i 10 sommelier è stata una giuria di esperti dal mondo del vino e della sommellerie: Adolfo Treggiari (presidente Ais Romagna), Marco Aldegheri (vicepresidente Ais nazionale), Simone Loguercio (migliore sommelier d’Italia 2018 e componente Ais nazionale concorsi), Roberto Gardini (Ais Romagna), Massimo Tortora (vincitore Master 2021), Mauro Sirri (Vice Presidente Consorzio Vini di Romagna), Scipione Giuliani (Assoenologi Romagna).

«Dedico questa vittoria a mio nonno che mi ha fatto da papà – sono state le parole di Matarazzo -. La seconda dedica è alla Romagna: sono convinto che se continua così sarà sui palchi internazionali che merita e non solo per l’Albana».

La sesta edizione del Master Romagna Albana Docg è stata dedicata alla memoria di Sergio Navacchia vignaiolo di Imola che tanto ha fatto per la crescita enologica della Romagna. Al figlio Vittorio Navacchia, presente all’evento, il Presidente Ais Romagna Adolfo Treggiari ha consegnato una targa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui