Bertinoro, il 25 aprile la “Camminata della Resistenza”

Il Comune di Bertinoro celebra il 25 aprile con la “Camminata della Resistenza”. Un percorso della durata di circa 3 ore, tra vigne, sentieri e grotte nella campagna bertinorese, accompagnati dalle storie di Resistenza raccontate da Giancarlo Dini, che a partire da strane fotografie di guerra del nonno partigiano racconterà della nascita di “Giovanna mia”, la canzone dedicata al partigiano Stoppa, della romanzesca, da epopea western, liberazione di Sant’Agata Feltria a bordo di una “corriera”, del calciatore partigiano Bruno Neri, l’unico a non salutare col braccio teso il giorno dell’inaugurazione dello stadio di Firenze e ancora delle spoglie di partigiani slavi riportati in patria nel più rocambolesco dei modi e della prosaica fame d’amore che a volte ti salva la vita. Storie eroiche, ma anche a volte involontariamente comiche di Resistenza. Introdurranno il sindaco di Bertinoro, Gessica Allegni, e Mirella Menghetti dell’Anpi che si soffermeranno sul significato del 25 aprile oggi e sulle vicende di Resistenza a Bertinoro.
Lungo il percorso si potrà ammirare la bella campagna di Bertinoro, con i caratteristici vigneti, i gelsi e qualche bell’esemplare arboreo degno di nota. Si noteranno anche le grotte rifugio, utilizzate dalle popolazioni locali per proteggersi dai bombardamenti, durante la seconda guerra mondiale.
A guidare l’escursione adatta a tutti e a partecipazione gratuita, che partirà dal monumento ai 5 martiri bertinoresi alle 15:30, sarà l’esperta guida ambientale ed escursionistica Enrico Laghi.
Per Info e prenotazioni 338 3169741 – 349-2685862. Il percorso è facile e collinare, di una lunghezza di 7,5 km (dislivello 200 metri). Si richiedono scarpe da running o trekking e una scorta persoanle di acqua di almeno un litro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui