Bellaria, svuota 8 bidoni e ritrova il bancomat perso

Butta la spazzatura e il bancomat finisce nella calotta. Un ispettore Hera fruga con lei nei rifiuti, finché la card viene ritrovata otto cestini dopo. L’episodio è avvenuto ieri mattina, nel viale dei Platani di Bellaria, coinvolgendo una turista modenese di 49 anni per la terza volta ospite della città: Greta Grana, questo il suo nome, è una grafica che lavora soprattutto nel campo della moda.

La disavventura

«Ho buttato lo scontrino della farmacia, assieme alla scatola vuota del medicinale. Peccato che – racconta la villeggiante – nell’automatismo del gesto anche il bancomat che tenevo in mano è finito nel cestino». Questione di pochi minuti e, mentre si reca a fare un prelievo, non trovando più la card fa uno più uno. «Mi è apparso in flash back quanto era appena successo, ma ormai era troppo tardi per rimediare», allarga le braccia. Altrettanto certo era che da sola non ce l’avrebbe fatta. Due i problemi. Primo: non riusciva a ricordare quale tra i cestini che costellano il viale avesse usato. E secondo, si trattava di contenitori dotati di una stretta fessura che si aprono solo con un’apposita chiave. Dopo lo sgomento iniziale, Greta si spreme le meningi alla ricerca di una soluzione. «Ho cominciato a fare telefonate a destra e manca, finché – prosegue – l’Ufficio relazioni per il pubblico mi ha rassicurata».

Albergo pagato

Neanche dieci minuti dopo è giunto sul posto Alessandro Tentoni, un ispettore capoarea Hera, a cui sette cestini dopo, è subentrata poi un’operatrice ecologica che ha finalmente ritrovato la tessera. «L’ho abbracciata di slancio e – ricorda la turista – la prima cosa che ho comprato è stata un costume, subito dopo aver prelevato la cifra per pagare l’hotel, dato che domani (oggi, ndr) tornerò a casa». Con l’occasione ringrazia Alessandro che, nonostante il ruolo e il periodo quantomeno frenetico, le ha dedicato tanto tempo, frugando con lei in mezzo «a spazzatura rivoltante», nonché la giovane che ha rinvenuto infine l’agognata tessera.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui