Bellaria, sono arrivati i gazebo nelle scuole

Installati i gazebo esterni presso i cortili delle scuole primarie Manzi, Pascoli e Tre Ponti, nonché alle scuole d’infanzia Delfino e Gabbiano. Saranno spazi d’attesa per gli allievi. Ma all’occorrenza si trasformeranno in aule all’aperto, utili anche, finito l’anno scolastico, per l’attività dei Centri estivi.
«Si tratta di strutture stabili non rimovibili, destinate a durare nel tempo -spiega l’assessora alla scuola, Adele Ceccarelli – come richiesto dalle indicazioni ministeriali. Sono in acciaio e sul soffitto hanno coperture di materiale impermeabile». L’iniziativa rientra «nell’ambito del progetto per cui il ministero ha erogato 90mila euro». A fronte di questo stanziamento, la Giunta ha risposto «investendo – precisa – altri 120mila euro, non solo per i gazebo, ma anche per opere di adeguamento – aggiunge – come quelle interne ed esterne nelle strutture al Bosco Incantato e Allende, nonché alla Cervi». Inoltre si è provveduto «all’acquisto del relativo materiale, tutto installato a cura del Comune».

Per quanto riguarda poi l’accesso ai padiglioni, a decidere come usufruirne «saranno le dirigenze degli istituti comprensivi». Del resto «dai dirigenti degli istituti – nota Ceccarelli – erano state richieste ai nostri uffici, nelle conferenze di servizi dei mesi scorsi, proprio queste strutture, come copertura utile alla protezione dei ragazzi, nei momenti delle entrate nel plesso. Ma possono essere usate anche come aule all’aperto». Fermo restando che saranno «utili anche in futuro – commenta l’assessora – nella stagione climatica più favorevole, per l’outdoor education e i centri estivi». Infine dopo l’ultima riunione svoltasi ieri «le dirigenze degli istituti hanno espresso apprezzamento per la grande collaborazione che il nostro Comune ha dimostrato – conclude – nella logistica dei lavori da svolgersi e nella tempestività degli interventi, a cui abbiamo dedicato il massimo impegno, volendo assicurare il diritto allo studio. E questo in effetti ci è stato riconosciuto».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui