Bellaria, gli rimuovono l’auto parcheggiata in curva, 20enne cesenate impazzisce di rabbia

Gli rimuovono l’auto parcheggiata in curva, giovane dà in escandescenze vandalizzando tutto ciò che gli capita a tiro. Denunciato un ventenne cesenate in preda ai fumi dell’alcool. A colpi di calci e manate ha danneggiato non solo un’aiuola ma anche una centralina dell’Enel, nonché un impianto di irrigazione pubblica. Così è esplosa la rabbia di un giovane residente in provincia di Forlì –Cesena quando, tornando verso l’auto parcheggiata selvaggiamente in curva, si è reso conto che era stata rimossa.

Alta gradazione alcolica

L’episodio è avvenuto alcune sere fa in zona Cagnona, a Bellaria Igea Marina, in corrispondenza della classica festa da movida estiva organizzata in un locale. Per non perdere neanche un minuto di divertimento alla ricerca di un regolare parcheggio, alcuni partecipanti si sono arrogati il diritto alla sosta fai da te in barba alle regole, mettendo in pericolo gli altri automobilisti. Una scelta che è costata la rimozione forzata della macchina a otto ragazzi.

Il litigio

Ma non è tutto. Gli atti vandalici non sono passati inosservati anche perché accompagnati da moti di stizza ed espressioni colorite. Così i titolari di un hotel sono usciti in strada cercando di far ragionare l’autore dei vistosi danneggiamenti. Per tutta risposta il ventenne li ha presi a male parole. A scongiurare una possibile colluttazione sono intervenuti gli agenti della Polizia locale chiamati sul posto per sedare l’acceso diverbio scoppiato tra il vandalo appiedato e i proprietari della struttura ricettiva. Così il personale in divisa ha individuato il giovane che, già passato dalle parole ai fatti, è stato accusato dai testimoni di aver danneggiato nell’improvviso raptus non solo il verde urbano con l’impianto per l’irrigazione di cui era dotato ma anche la centralina dell’Enel.

La denuncia

All’origine del comportamento non sarebbe solo il disappunto per essere incorso nell’inevitabile rimozione ma anche un chiaro stato di ebbrezza. Intanto a carico del responsabile che pensava di farla franca è scattata la denuncia per danneggiamento. Se vorrà estinguere il reato, il furbetto del parcheggio in curva dovrà risarcire la lunga lista dei danni causati.

Commenti

  1. A queste persone li obbligherei a visitare qualche clinica oncologica, per che vedano cosa fanno certe persone per vivere qualche giorno mese in più, e come la nostra sanità fatta di angeli si impegna ora per ora

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui