Bellaria. Doppio show allo stadio arrivano Nek e Renga

Nek e Francesco Renga: così Bellaria Igea Marina riaccende le casse della musica italiana, promettendo emozioni nella ripartenza dei concerti in versione acustica. Dopo il primo evento del 5 giugno scorso, dov’era protagonista Umberto Tozzi, la Flower Arena, saluta l’arrivo di luglio, con due grandi artisti presso lo stadio Nanni. A salire sul palco venerdì 2 luglio sarà Nek, mentre sabato 3, guadagnerà la scena Francesco Renga con “Acustic trio estate 2021”.

Un ritorno carico di attesa per il 49enne di Sassuolo, Nek, che ha scelto proprio la Romagna, per festeggiare i suoi trent’anni di carriera, accompagnato dal chitarrista Max Elli. Il cantante emiliano ha fatto sapere che non vede l’ora di rivedere i suoi fan nel concerto “Live acustico 2021”, ricominciando a sperare nella fine di un anno difficile per tutti. Stesso entusiasmo nelle dichiarazioni rilasciate da Renga pronto a esibirsi con «una scaletta speciale e nuovi arrangiamenti nuovi», assieme ai suoi 4 compagni d’avventura. E si dice lieto «di ricominciare insieme, per tornare ad una normalità che per tutti noi significa vita». Non aspettava altro, aggiunge, e spera di poter finalmente rivedere il pubblico, ricominciando «il viaggio tra musica e parole, per ridere, piangere ed emozionarci insieme».

Il cantante nato a Udine 53 anni fa tiene poi a precisare che il concerto sarà «un modo per ringraziare tutti per averlo seguito anche a distanza in un periodo così triste e strano, facendolo sentire meno solo e soprattutto ancora vivo». Ed esattamente come Nek, «è felicissimo di ripartire da un posto pieno di calore ed energia come Bellaria Igea Marina». Infine arriva l’augurio formulato dall’assessore al Turismo Bruno Galli, perché le iniziative «siano occasioni ideali per regalare quei momenti di spensieratezza che tanto sono mancati negli ultimi mesi».

I biglietti per i concerti sono ancora acquistabili sui canali Ticketone o presso l’ente organizzatore, Fondazione Verdeblu, scrivendo a info@fondazioneverdeblu.org.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui