RIMINI. Il prossimo 4 marzo. È la data in cui il Gup Vinicio Cantarini emetterà la sentenza con rito abbreviato condizionato, contro l’ex comandante della polizia municipale di Bellaria Igea Marina Ivan Cecchini e due suoi due collaboratori, Felice Ardito e Antonio Crestini, accusati a vario titolo di assenteismo, abuso d’ufficio, peculato e truffa. Il processo è stato aggiornato dopo le richieste fatte dalla pubblica accusa: 2 anni e 8 mesi per Cecchini, due anni per i suoi sottoposti. Secondo l’accusa, i due agenti – difesi di fiducia dall’avvocato Luca Greco – avrebbero assistito in orario di servizio a una partita di calcio e non sarebbero stati sanzionati perché “coperti” da Cecchini (attuale comandante della Polizia locale di Riccione, Misano e Coriano) che è assistito dall’avvocato Gabriele Marra del Foro di Pesaro.

Argomenti:

assenteismo

bellaria igea marina

comandante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *