Beach volley, World Tour a Godenzoni/Rubini resta la finale per il 3° posto

Si spezza a un soffio dalla finale, in quei match-point annullati nel secondo set, il glorioso sogno della cattolichina Giada Godenzoni e della bolognese Giulia Rubini, entrate nel tabellone di qualificazione della tappa “one star” di Cervia del World Tour grazie ad una wild-card, approdate nel main-draw a suon di vittorie, arrampicatesi fino alle semifinale e poi, questa mattina, sconfitte al 3° set dopo aver assaporato la finalissima. Alle 14, nella finale per il 3° posto, Godenzoni e Rubini si troveranno dall’altra parte della rete le slovene Tjasa Kotnik e Tajda Lovsin. E la speranza è che siano state smaltite le scorie della sconfitta di questa mattina contro Chiara They e Sara Breidenbach, azzurre in ottima salute, che hanno vinto in rimonta. Godenzoni e Rubini giocano in modo magistrale, vincono 21-18 il primo set e arrivano a match point. Non sfruttano le occasioni, anche per meriti di They e Breidenbach, che sull’orlo del precipizio vanno a ribaltare tutto, imponendosi 28-26 al 2° e poi dominando (15-5) un tie-break in cui Godenzoni e Rubini pagano la delusione per la vittoria andata in fumo. Ma c’è ancora una finale per il 3° posto da giocare: vincerla sarebbe il giusto premio a un fine settimana già ora indimenticabile.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui