Basket Supercoppa A2, Ravenna abbraccia Wendell Lewis e sfida Cento

L’Orasì Ravenna torna in campo questa sera alle ore 20.30 al Pala Costa dove affronterà la Tramec Cento per la terza ed ultima giornata della Supercoppa 2022. Dopo le due sconfitte subite con Forlì e Rimini per Ravenna, fuori dai giochi, si tratterà di un ulteriore test in vista dell’arrivo di Wendell Lewis, che è sbarcato ieri in Italia in anticipo di un giorno e che questa mattina alle 11 si allenerà con i compagni al PalaCosta (allenamento a porte aperte). Nell’attesa di accertare le condizioni fisiche di Bartoli e Petrovic ci sarà modo dunque di vedere ancora in campo gli under Giordano, Onojaife e Giovannelli oltre alle seconde linee Bocconcelli e Calvi che si è posto in evidenza nel match al Pala Flaminio con una doppia doppia di tutto rispetto. Coach Lotesoriere presenta così la sfida: «Questa sera sarà un ulteriore test con Cento che ha dimostrato di essere una squadra già in palla un po’ come l’aveva fatto l’anno scorso, con la differenza che appare molto più rinforzata rispetto ad allora. Sicuramente ci sarà il desiderio di riscattare una prova come quella contro Rimini che non ci ha soddisfatto soprattutto nel primo quarto e in quello finale, quindi la motivazione che avremo ritornando a giocare davanti al nostro pubblico sarà quella di un momento di condivisione importante per noi per poterci riscattare».

Il tecnico come dichiarato fin da subito non appare preoccupato per il pesante divario accusato dai suoi ragazzi mercoledì scorso a Rimini. «Con tutto il rispetto per la manifestazione noi continueremo ad andare avanti secondo il nostro piano di lavoro con l’augurio che si possa terminare la settimana senza che i giocatori corrano il rischio di subire gli infortuni accusati nelle due ultime uscite. Un’eventualità, purtroppo, dovuta alle rotazioni più corte al momento a disposizione».

Il pre-partita contro Cento è dunque un po’ come quello contro Rimini con la differenza del ritorno al PalaCosta: «Speriamo di riuscire a condividere con il nostro pubblico – si congeda così il tecnico ravennate – lo stesso entusiasmo e l’interesse che abbiamo suscitato con la partita contro Forlì: un momento importante per noi che voglio ricordare alla vigilia della gara in vista dell’inizio di campionato in cui giocheremo sempre a Ravenna salvo una piccola parentesi (5 gare, ndr) al Carisport di Cesena».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui