Basket Coppa Italia B, Blacks formato “Frecciarossa” anche questa sera a Ruvo di Puglia

Nemmeno il tempo di godersi la bella vittoria casalinga su un sempre insidioso Ozzano che per i Raggisolaris è già tempo di Coppa Italia. Questa sera infatti (palla a due ore 21, arbitri Agnese di Napoli e Correale di Avellino) i Blacks saranno di scena al PalaColombo di Ruvo di Puglia, per sfidare nei quarti di finale (partita secca) i padroni di casa della Tecnoswitch.

Il club pugliese ha cambiato tanto rispetto alla squadra che a maggio fu eliminata dagli ottavi play-off da Faenza pur avendo il vantaggio del fattore campo, ma i risultati stanno premiando le scelte. Ruvo guida il girone D con 28 punti (14 vinte e 2 perse), record quasi immacolato in casa (8-1) e la migliore difesa di tutto il campionato (62.3 punti subiti di media) grazie all’eccellente lavoro del giovane coach Campanella. La Tecnoswitch mette sul piatto sette giocatori che segnano dagli 11.9 punti di Diomede (guardia capocannoniere dei suoi) fino agli 8.5 del baby Arnaldo (esterno seguito pure da Faenza lo scorso anno), sintomo di grande compattezza.

In palio le final four dell’11 e 12 marzo alla E-Work Arena di Busto Arsizio. Nel caso di successo Faenza troverà la vincente di Rieti-Luiss Roma (in campo domani), mentre la parte alta del tabellone propone come quarti Vigevano-San Vendemiano e Orzinuovi-Libertas Livorno.

L’amarezza di Gigi

Giocare a neanche 48 ore dalla dispendiosa partita con Ozzano e dopo un viaggio lampo (partenza questa mattina con il Freccia Rossa da Rimini destinazione Barletta) va a discapito delle possibilità manfrede di passare il turno. «Preferisco non commentare – esordisce con un pizzico di tangibile amarezza coach Gigi Garelli -. Avevamo dato la disponibilità a spostare il match alla prossima settimana, visto l’impegno di campionato al lunedì, ma serve l’accordo fra i club e Ruvo ha preferito mantenere la data scelta dalla Lnp. Noi avevamo fatto richiesta non per prenderci dei vantaggi, perché ad esempio Molinaro sarebbe stato comunque fuori, ma solo per non sottoporci a un tour de force del genere. Pazienza, vorrà dire che ce la giocheremo comunque al meglio delle nostre possibilità. Azioni di protesta come scendere solo con gli under non avrebbero avuto senso. Giochiamo e vediamo. Sicuramente non c’è stata grande collaborazione da parte degli avversari».

Ozzano sempre tosto

Giusto tornare sulla preziosa vittoria in rimonta di lunedì. «Sapevamo che sarebbe stata difficile. Loro con il nuovo assetto e i tanti minuti a Felici sono imponenti a livello fisico, mentre noi a maggior ragione senza Molinaro siamo un po’ sotto taglia. La squadra ha avuto il merito di vincerla in difesa, cominciando a mettere più pressione sulla palla dopo l’intervallo e sporcando le linee di passaggio di Ozzano. Poi nel finale abbiamo fatto le scelte giuste in attacco e Vico ha segnato due-tre canestri di assoluta importanza».

Biglietti per il derby

La settimana terribile dei Blacks si chiuderà domenica con il derby del Ruggi (ore 18) ospiti di quella Virtus capace all’andata di espugnare il Pala Cattani. L’ex Regazzi è pronto a concedere il bis e tanti da Faenza vorranno esserci, per questo nella sede dei Raggisolaris in via Nazario Sauro domani (ore 15-19) e venerdì (9-12, 15-19) sarà svolta una prevendita per i tifosi neroverdi (biglietto unico, 15 euro).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui