Basket B, Vico resta ai Raggisolaris Faenza

L’uomo del triplete vestirà ancora la maglia dei Raggisolaris. Sebastian Vico sarà anche nella prossima stagione uno dei punti di forza di Faenza, società con la quale nel 2021 ha ottenuto un record personale invidiabile e difficilmente eguagliabile. La vittoria della Supercoppa gli ha infatti permesso di vincere nell’anno solare tutti i trofei messi in palio dalla LNP per la serie B. La coppa alzata a settembre si è infatti aggiunta alla promozione in serie A2 e alla Coppa Italia conquistate con la Bakery Piacenza pochi mesi prima del suo arrivo in Romagna.

Vico, che vanta un palmares ricco di promozioni, si presenta alla sua seconda stagione ai Raggisolaris con l’obiettivo di condurre la squadra ad una stagione da protagonista e di migliorare le sue statistiche personali che lo hanno visto nella stagione 2021/22 segnare 11.6 punti di media in Supercoppa, 11.9 in campionato e 10 nei play off, terminati in anticipo a causa di un infortunio alla schiena. Il suo spirito combattivo, la leadership e i canestri (molti dei quali da applausi) saranno una delle armi in più di coach Garelli.

“Io e la mia famiglia siamo molto felici di essere rimasti, perché a Faenza ci troviamo davvero bene – sottolinea Vico -. A livello cestistico credo che aver confermato così tanti giocatori dopo una delle più belle stagioni disputate dalla società nei play off sia un ottimo punto di partenza per la prossima annata ed inoltre al gruppo sono stati aggiunti giocatori di grande livello. La dirigenza ha davvero lavorato bene.

Partiamo quindi con la consapevolezza di quello che possiamo dare, che ci è mancato lo scorso anno nei primi mesi della stagione e che abbiamo poi trovato durante l’anno grazie alle vittorie ae gli allenamenti. Con questa convinzione ripartiamo e anche il fatto di avere tante conferme, rappresenta un buon punto di partenza per trovare il prima possibile la sintonia e gli automatismi di gioco.

Sono molto contento di aver rinnovato il contratto anche a livello personale, perché per un problema alla schiena non sono riuscito a giocare l’ultima partita di semifinale con Rimini e ho anche l’amaro in bocca se penso a quello che avremmo potuto fare nei play off con il gruppo al completo e senza infortuni. Con queste motivazioni che hanno tutti i giocatori presenti nei Raggisolaris nella scorsa stagione e con l’entusiasmo dei nuovi, credo ci siano le basi per disputare una buona stagione in linea con gli obiettivi della società”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui