FAENZA- Ultimo test prima dell’esordio nella “Supercoppa del Centenario” per la Rekico, che oggi ospiterà la Sinermatic Ozzano (ore 18, PalaCattani, gara a porte chiuse) in una sorta di “recupero” del match che attendeva i Raggisolaris a febbraio, prima dello stop agonistico, ma anche di antipasto della prima giornata del prossimo campionato, prevista per il 15 novembre. I neroverdi vi arrivano dopo tre test positivi, di cui l’ultimo, con la RivieraBanca, anche confortato dall’esito felice nel punteggio globale.

«I risultati in questa fase contano poco – puntualizza coach Alberto Serra – ma il test con Rimini è stato importante per capire a che livello siamo. Sono moderatamente soddisfatto dei passi avanti compiuti e della voglia mostrata sul parquet, continuiamo a migliorare un passo alla volta, dobbiamo però crescere ancora molto, sia nelle spaziature offensive che nell’aggressività in difesa, evitando i momenti di passività. L’obiettivo principale è puntato sul campionato, dovremo essere pronti per quell’appuntamento, e sfrutteremo i derby di Supercoppa per confrontarci con avversarie forti e stimolanti».

Per l’impegno odierno coach Serra proverà a recuperare Nicola Calabrese, ma dovrà fare ancora a meno del neo-capitano Marco Petrucci, fermato da un problema alla caviglia, sulla quale ha dovuto applicare un tutore: la diagnosi è attesa a ore, ma è già altamente probabile che l’ala salti il debutto in Supercoppa di domenica, quando al PalaCattani ci sarà la “rivincita” del test-match con Rimini andato in scena sabato scorso a Santarcangelo.

Argomenti:

Amichevole

B girone A

Ozzano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *