Basket B, Trapani carica l’Andrea Costa: “La pressione è tutta su Rimini”

«Andiamo a Rimini per giocare la migliore partita possibile, gli stimoli non ci mancheranno di certo e la pressione l’avranno tutta loro. Quindi…chissà».
E’ un Emanuele Trapani determinato e carico, quello che lancia il guanto di sfida alla migliore squadra del girone. E dalle sue parole traspare, paradossalmente, anche un po’ di sollievo per il rango stesso dell’avversario: «Se abbiamo sofferto contro Montegranaro e Giulianova a godere del favore del pronostico? Per i miei compagni non lo so, ma io sinceramente un po’ sì. Proprio per questo sono stato più nervoso del solito. Abbiamo affrontato una situazione nuova ed aver portato a casa quattro punti ci ha dato davvero tanta tranquillità».


Condizione ritrovata

Imola domani al Flaminio (ore 18, arbitri Biondi di Trento e Farneti di Cagliari), per quello che alla luce della netta ascesa di RivieraBanca potrebbe essere l’ultimo derby per un bel po’ di tempo, avrà oltre 50 tifosi dell’Onda d’Urto al seguito. Si stima, alla fine, un centinaio di imolesi al palace riminese: «Sappiamo che è una partita sentita – prosegue il play abruzzese – Posso dire che noi abbiamo lavorato sodo in queste due settimane, aumentando i carichi. C’era la paura che le due vittorie di fila ci rilassassero, invece abbiamo tirato ogni allenamento alla morte».
Pure Trapani sembra aver lasciato alle spalle l’infortunio al ginocchio: «Ogni tanto ho ancora un po’ di paura, ma più che altro in allenamento. Con il passare delle settimane le sensazioni sono migliorate, ho faticato a ritrovare il fiato, ma direi che da Montegranaro in poi sto bene. E poi non voglio trovarmi alcun tipo di alibi».


Al cospetto del Genio

Fra i duelli più entusiasmanti del derby ci sarà senza dubbio quello tra i due play, ovvero Trapani e il Genio Rivali: «E’ un giocatore molto forte e diverso da me, dal quale ho tantissimo da imparare. All’andata non ero al 100%, causa un problema muscolare, e mi è dispiaciuto. Rivali ha una grande capacità di far giocare la squadra e sa essere decisivo nei momenti che contano. Contro lui e Tassinari sarà una bella sfida».
E il futuro? A quello l’ex Tigers preferisce ancora non guardare: «Sono concentrato unicamente su questo finale di stagione e al mio procuratore (Marco Valenza, ndr) ho detto che del mercato non voglio sapere nulla – chiude Trapani – Più andiamo avanti e più potremo avere delle buone proposte l’anno prossimo. Qui sto bene e non ci sono stati i problemi di pagamenti del passato, a maggior ragione non voglio distrazioni».


Fazzi in dubbio

Problema al polso sinistro, nel frattempo, per il play biancorosso Luca Fazzi, caduto male durante l’allenamento di giovedì. La sua presenza per domani nel derby è in forte dubbio. La radiografia effettuata ieri ha comunque escluso la presenza di fratture, resta una forte contusione con gonfiore.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui