Basket B, Tigers verso l’Alba del nuovo corso

Dopo il traumatico addio a coach Di Lorenzo dopo 5 anni, domenica ad Alba (ore 18) inizia il nuovo corso dei Tigers Cesena con il coach Davide Tassinari alla guida. Attesa, curiosità e fiducia, questi gli elementi di una vigilia che vive su un presente tumultuoso che strizza l’occhio al futuro senza potersi soffermare giocoforza su un passato che, per molti, varrebbe la pena di analizzare ancora un po’. Netto, deciso e perentorio il taglio col passato impresso da coach Tassinari che, dovendo fare i conti con una formazione non al completo, vista l’assenza di Marini e la disponibilità centellinata di un Diego Terenzi smanioso di rientrare, ma che di fatto siederà in panchina per onor di firma, in pochissimi giorni ha dovuto fare dell’intensità il suo migliore alleato. C’è dunque attesa nell’entourage bianconero per vedere se già domenica, nel difficilissimo impegno di Alba, si potranno cogliere i primi frutti di un cambio di panchina che, per definizione, come primo effetto dovrebbe portare sul “Full” la lancetta delle motivazioni. Qui entra in gioco la fiducia, quella della società nei confronti della nuova accoppiata ds – coach sull’asse Foschi – Tassinari; quella della squadra nei confronti della società e dell’allenatore; quella dei tifosi nei confronti dei Tigers Cesena. Con le fondamenta appena rifatte, Cesena sale dunque ad Alba con la necessità di incassare i due punti perché la classifica, sia pure con ancora i derby contro Faenza e Imola da recuperare, è chiaramente deficitaria e, dopo la vittoria ottenuta da Cesena al Carisport, vincere anche ad Alba consentirebbe a Battisti e compagni di mettersi un avversario potenzialmente alle spalle. Con la sagoma di Omegna poi che si staglia all’orizzonte, poter ritornare in Piemonte dopo una vittoria non sarebbe affatto male. Dall’altra parte però c’è una squadra determinata a non buttare via le vittorie conseguite in trasferta contro Rimini e Imola e soprattutto reduce da 3 vittorie consecutive se si conta l’ultima con la cenerentola Alessandria. Sono così 10 i punti conseguiti dai langaroli fino ad oggi, ovvero 4 in più dei Tigers ma con due partite in più. Altro modo per dire che non ci sono margini di errore, ma i mezzi per non compierli, quelli sì.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui