Basket B, Tigers: l’esame con la Luiss non si può sbagliare

Diventare grandi e dimostrare davvero di non valere i play-out, e tutto in 40’. Questo il grande tema della settimana che precede la partita più importante dell’anno. Sabato a Roma contro la Luiss ci sarà in palio una bella fetta di salvezza, complicatasi e non poco dopo la sconfitta contro Jesi. Calma e controllo della situazione sono il giusto approccio mantenuto sino a questo momento da tutto l’ambiente bianconero in una settimana che non ammette scuse né possibilità di replica. Una stagione complicatissima, vissuta sempre di rincorsa, da cui si aspettano gli ultimi passi che porteranno al giudizio finale, con la consapevolezza che sabato sera, al rientro a casa, la bilancia penderà o da una parte o dall’altra.
Nella settimana bianconera tutto è partito dallo studio del match di domenica. Gli errori sono stati tanti, ma guardare avanti è l’unico vero modo per uscire da una situazione negativa ed alquanto complicata. «Abbiamo visto e rivisto la sconfitta di Jesi – ha iniziato il vice Baroncini – L’errore più grande è stato nell’approccio, non abbiamo fatto particolare attenzione ai dettagli mettendo subito in ritmo le pericolose bocche da fuoco avversarie. I meriti nel rimettere a posto le cose nel terzo periodo sono stati poi annullati nel finale, dove ci è mancata lucidità nella gestione dei possessi decisivi visto che entrando nell’ultimo minuto abbiamo avuto la palla in mano». La gestione della settimana porta con sé il grande dubbio sulle condizioni fisiche di Anumba che non si sta allenando in gruppo, si deciderà solo all’ultimo se potrà essere o meno della partita. «Per quello che ho visto in questi due giorni di allenamento penso che abbiamo fatto la miglior settimana della stagione. Ho visto davvero i ragazzi allenarsi in maniera positiva, pienamente consapevoli che sabato la partita è davvero importantissima. Simon sta portando avanti tutte le terapie per cercare di recuperare dal problema al quadricipite, attenderemo sino all’ultimo notizie positive dall’area medica che si sta occupando della questione».
La partita d’andata deve essere ampiamente dimenticata, la Luiss è tutt’altra cosa e il momento di forma è davvero importante. «Non ho dubbi a dire che sono nel loro miglior momento della stagione e l’hanno dimostrato vincendo partite importanti. Hanno un gioco molto simile a quello di Jesi con tiratori che se entrano in ritmo fanno davvero la differenza. Dobbiamo sicuramente approcciare meglio e disinnescare immediatamente la loro furia agonistica».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui